De Luca: "Al referendum fate votare Sì, Renzi manda fiumi di soldi"

Il governatore della Campania "intercettato" dal "Fatto Quotidiano": "Non abbiamo mai avuto un accidente di niente, né con il centrodestra, né con il centrosinistra"

De Luca: 'Al referendum fate votare Sì, Renzi manda fiumi di soldi'
TiscaliNews

Al referendum costituzionale del 4 dicembre bisogna votare compatti per il "Sì" perché così il premier Renzi darà alla Campania tanti soldi. E' questo il pensiero di Vincenzo De Luca che il 15 novembre a Napoli ha invitato duecento amministratori locali a sostenere il "Sì". "Qui non abbiamo giornalisti e possiamo finalmente parlare tra di noi" ha premesso il governatore della Campania prima di spiegare la sua strategia per il referendum. Ma  la sintesi dell'intervento di De Luca ai sindaci è stata pubblicata in esclusiva da Fabrizio d'Esposito su Il Fatto Quotidiano.

"Vi piace Renzi non vi piace Renzi a me non m'interessa"

"Il 4 dicembre ci giochiamo l’Italia, se le cose vanno male l’esito sarà imprevedibile. A me interessa che manteniamo la Campania unita sugli interessi fondamentali - dice De Luca -. In questo momento abbiamo un’interlocuzione privilegiata con il governo. Poi vi piace Renzi non vi piace Renzi a me non me ne fotte un c...o".

"Abbiamo promesse di finanziamenti per Caserta, Pompei, Ercolano, Paestum"

"Noi non abbiamo mai avuto un accidente di niente, né coi governi di centrodestra, né di centrosinistra. Abbiamo fatto una chiacchierata con Renzi. Gli abbiamo chiesto 270 milioni di euro per Bagnoli e ce li ha dati. Altri 50 e ce li ha dati. Mezzo miliardo per la Terra dei fuochi e ha detto sì: lui era terrorizzato per la reazione della Lega ma alla fine ce l’ha dato, nonostante la Ragioneria e De Vincenti. Abbiamo promesse di finanziamenti per Caserta, Pompei, Ercolano, Paestum. Sono arrivati fiumi di soldi: 2 miliardi e 700 milioni per il Patto per la Campania, altri 308 per Napoli, nonostante qualche squinternato. Ancora 600 milioni per Napoli. Che dobbiamo chiedere di più".

Alfieri porterà "a votare 4000 cittadini di Agropoli"

De Luca esalta poi il sindaco di Agropoli Franco Alfieri. "Prendiamo uno notoriamente clientelare, Franco Alfieri, che lui sa fare la clientela bene, come Cristo comanda, in maniera organizzata, scientifica, razionale. Ah, queste cose belle. (…) Bene, l’impegno che assume formalmente qui davanti a voi Franco Alfieri è di portare a votare 4000 cittadini di Agropoli (la metà degli elettori, ndr), in blocco, armati, con le bandiere, entusiasti. Franco, vedi tu come Madonna devi fare, offri una frittura di pesce, le barche, sugli yacht, fai come cazzo vuoi tu, ma tu devi portare 4000 persone a votare, se ne porti di meno, di fronte al popolo, sei condannato".