De Laurentiis perde le staffe e insulta l’assessore:  "Roba da manicomio, a casa mia non gli farei fare nemmeno l'usciere"

Il progetto della Provincia di Trento non piace al presidente del Napoli che sbotta

TiscaliNews

Nuovo show del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis che si scaglia contro l assessore autonomista del Trentino Michele Dallapiccola. Motivo del contendere l’iniziativa promozionale turistica “Natale Azzurro” che l’Apt della Val di Sole (dove il Napoli va in ritiro) ha lanciato per attirare i tifosi partenopei sulle nevi di casa alla vigilia del prossimo Natale.

De Laurentiis era partito sostenendo che i politici trentini hanno il “braccino sempre più corto. Il problema del Trentino - ha esordito - è secondo me molto importante perché in Italia c’era una ricchezza sui ritiri  che da alcuni anni si è ritirata. Gli è venuto a tutti quanti il braccino corto. Al punto che noi a un certo punto abbiamo dato incarico ai nostri impiegati esteri di studiare altre soluzioni. Ma è possibile che sembra quasi che ci facciano loro un piacere a noi ad andare in ritiro lì piuttosto che qui? E questo vale anche per le altre squadre. Una volta c’era molta più disponibilità”. 

Poi l’affondo contro l’assessore Dallapiccola: “Loro hanno un assessore che non voglio più nominare perché ne ho proprio cancellato il nome. È una roba da manicomio, io nemmeno l’usciere gli farei fare a casa mia... La ricchissima Provincia autonoma di Trento deve investire sul suo futuro. Avete sceglie il Napoli? E investite tutto sul Napoli. Fate questo gesto straordinario. Altrimenti che Natale Azzurro è?”