Tiscali.it
SEGUICI

Danneggiato cavo seggiovia a Cervinia, chiesta l'archiviazione

di Ansa   
Danneggiato cavo seggiovia a Cervinia, chiesta l'archiviazione

(ANSA) - AOSTA, 23 APR - La procura di Aosta ha chiesto al gip l'archiviazione del fascicolo aperto nel gennaio scorso a seguito del sabotaggio della seggiovia di Cielo alto di Cervinia. L'ipotesi di reato era il danneggiamento: le indagini non hanno permesso di risalire all'autore del gesto e l'assenza di telecamere nella zona ha reso difficili gli accertamenti. Probabilmente usando un flessibile a batteria, tra la sera del 6 e la notte del 7 gennaio era stato scheggiato il cavo d'acciaio della seggiovia biposto, che può trasportare quasi 1.

200 persone l'ora. A rimanere danneggiate erano state due delle sei sezioni circolari della fune. Con la chiusura degli impianti il giorno 7 a causa del vento forte, il problema era stato scoperto l'8 gennaio, grazie ai controlli pre-apertura di routine svolti dalla società Cervino spa. La seggiovia era quindi subito stata chiusa, per poi tornare in funzione in sicurezza, dopo i lavori di ripristino, l'11 gennaio. Ai piedi del Cervino non è il primo caso di questo tipo su cui resta il mistero. Nell'estate del 2015 a Cervinia era stato sabotato il cavo di un altro impianto, la funivia che porta a Plan Maison. Negli stessi mesi era stata presa di mira anche una seggiovia di Valtournenche, stazione sciistica più a valle e gestita dalla stessa Cervino spa. Il modus operandi era lo stesso ed entrambi gli impianti in quei giorni erano chiusi per manutenzione. Nell'estate del 2022, un'azione di sabotaggio aveva riguardato dei mezzi da cantiere impiegati nella realizzazione di una pista da sci, sempre nel comprensorio di Cervinia. Due i veicoli coinvolti: su entrambi erano stati rotti i vetri, e in un caso anche colpito il pannello di controllo. (ANSA). .

di Ansa   
I più recenti
Datore di lavoro Singh indagato da 5 anni per caporalato
Datore di lavoro Singh indagato da 5 anni per caporalato
Omicidio Mollicone, i pm chiedono la condanna dei Mottola
Omicidio Mollicone, i pm chiedono la condanna dei Mottola
Bracciante morto, D'Amato:  Istituzioni lavorino per regolarizzare lavoratori del sud Pontino
Bracciante morto, D'Amato: Istituzioni lavorino per regolarizzare lavoratori del sud Pontino
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...