Tiscali.it
SEGUICI

Dai "no vax" ai "no fascicolo sanitario": ecco chi si oppone all'Fse. In cosa consiste e qual è la scadenza

Ad oggi sono circa 50 mila coloro che dicono no all'inserimento delle proprie informazioni antecedenti al 2020 nelle banche dati ministeriali. Tutte le informazioni utili fornite dal ministero

TiscaliNews   
(Foto Ansa)
(Foto Ansa)

Il senso è quello di non prestarsi ad abusi possibili qualora i dati sanitari di ciascuno venissero condensati in un unico fasciolo telematico, consultabile attraverso le banche dati della pubblica amministrazione dal medico, ancorché previa autorizzazione del paziente. Si tratta di un sicuro aiuto per le attività diagnostiche che spesso richiedono l'ausilio di referti o risultanze di visite pregresse o assunzione di farmaci assicurano gli esperti. E magari potrebbe servire a snellire almeno in parte le procedure sanitarie, spesso imbrigliate in lungaggini burocratiche. Eppure c'è chi a Fascicolo sanitario elettronico dice no. I social e i blog danno voce a coloro che al progresso teconologico, ancorché al serivzio dei cittadini, a cui ben si ascrive l'informatizzazione dei dati sanitari dei pazienti, si oppongono convinti che lo strumento si presti a possibili abusi. Big Pharma è sempre in agguato, si direbbe. Dai "no vax" ai "no green pass" fino ai "no Fse", insomma, il passo è breve.

Sono 90.640, di cui 6.371 minorenni, lo 0,15% degli italiani, a opporsi al 25 giugno scrive il quotidiano La Repubblica che attinge il dato dal sito del ministero della Salute. “Se vogliono vendere i miei dati sanitari per fini statistici alle case farmaceutiche mi devono pagare. I miei dati gratis, non li avranno”, è uno dei commenti che si legge nei gruppi che, animatamente, discutono della questione e si oppongono all'Fse. E via con argomentazioni che molto hanno a che vedere con la sostanziale sfiducia nei confronti della scienza medica e di quella legata alla produzione dei farmaci, dai vaccini in poi.

Di cosa si tratta

Al Fse è possibile opporsi entro il 30 giugno, ma solo per i dati che vanno dal 2012 al 19 maggio 2020. Da quella data in avanti le informazioni di chiunque verranno inserite in automatico nel foglio elettronico personale al quale, come detto, potrà accedere il medico generico o lo specialista, previa autorizzazione del paziente, così come il medico ospedaliero in caso di urgenza. E' chiaro che non tutti sono a conoscenza di questa scadenza e forse non è stata effettuata un'informazione capillare sulla questione. Ma è certo che gli oppositori sono una parte davvero minima. 

Pochi giorni ancora quindi per opporsi al Fascicolo sanitario. Chi vorrà dire no potrà farlo attraverso il sito dedicato del ministero (https://sistemats1.sanita.finanze.it/portale/web/guest) che indica la procedura da seguire. Il progetto del fascicolo sanitario, in realtà, è un vecchio progetto di alcune singole regioni che da anni cercano di informatizzare la raccolta dei dati sanitari, allo scopo di snellire le procedure. Oggi il FAscicolo sanitario viene esteso a tutto il rterritorio nazionale. 

 

 

TiscaliNews   
I più recenti
Lasciato da fidanzato le brucia la casa, fermato nel ragusano
Lasciato da fidanzato le brucia la casa, fermato nel ragusano
Omaggio a cultura ellenistica, Bolle al teatro greco di Siracusa
Omaggio a cultura ellenistica, Bolle al teatro greco di Siracusa
Clan delle aste, confermato sequestro bis della DDA di Napoli
Clan delle aste, confermato sequestro bis della DDA di Napoli
Arrivata a Salerno nave con 99 migranti, oltre 50 i bimbi
Arrivata a Salerno nave con 99 migranti, oltre 50 i bimbi
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...