Ritrovati in un covo i celebri Ray-Ban di Messina Denaro. Andrea Bonafede non risponde al Pm

Il boss invece ha rinunciato a comparire all'udienza preliminare nel procedimento che vide coinvolti padrini, gregari della mafia agrigentina e l'avvocata Angela Porcello

TiscaliNews

Sono stati ritrovati gli storici occhiali a goccia che Matteo Messina Denaro indossava da giovane. Il ritrovamento è avvenuto durante le perquisizioni nell'ultima abitazione del boss, a Castelvetrano. Nella residenza i carabinieri hanno trovato anche il libro 'Facce da mafiosi' e una bottiglia di champagne.

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Andrea Bonafede, il geometra di Campobello di Mazara che ha prestato l'identità al boss Matteo Messina Denaro e che è stato arrestato lunedì con l'accusa di associazione mafiosa.
Bonafede dunque ha scelto di restare in silenzio durante l'interrogatorio di garanzia davanti al gip e al pm Piero Padova. "L'ho trovato bene. Aspettiamo la conclusione delle indagini". Lo ha detto l'avvocato Aurelio Passante.

Il boss invece ha rinunciato a comparire all'udienza preliminare nel procedimento che vede coinvolti padrini, gregari della mafia agrigentina e l'avvocata Angela Porcello. La posizione del capomafia era stata stralciata perchè Messina Denaro era latitante e in questi casi la legge prevede la sospensione del procedimento. All'udienza, alla quale il boss avrebbe potuto partecipare in videoconferenza dal carcere de l'Aquila, a rappresentare l'accusa c'era il pm della Dda Claudio Camilleri.

Il processo in corso a Messina Denaro davanti al gup di Palermo, sospeso durante la sua latitanza, nasce da una indagine della Dda coordinata da Paolo Guido che portò a decine di arresti. Una tranche si è conclusa con condanne a pene comprese tra 10 mesi e 20 anni mafiosi di boss e professionisti agrigentini accusati a vario titolo di associazione mafiosa. Condannati anche un poliziotto e un agente penitenziario che rispondevano, rispettivamente, di accesso abusivo al sistema informatico e rivelazione di segreto d'ufficio. Il processo, è stato celebrato in abbreviato. L''avvocata Angela Porcello, venne condannata a 15 anni e 4 mesi per associazione mafiosa.