Tiscali.it
SEGUICI

Condannato il responsabile delle minacce di morte a Gratteri

di Ansa   
Condannato il responsabile delle minacce di morte a Gratteri

(ANSA) - CATANZARO, 22 APR - Due anni e dieci mesi di reclusione: è la condanna inflitta dal Gup di Salerno a Salvo Gregorio Mirarchi, di 32 anni, di Montepaone, accusato di essere il responsabile delle minacce, contenute in una lettera inviata nel gennaio del 2023 alla Procura della Repubblica di Catanzaro, all'allora Procuratore Nicola Gratteri, che oggi svolge le stesse funzioni nella Procura di Napoli, e ad un altro magistrato dello stesso ufficio, Debora Rizza. A Mirarchi veniva contestato il reato di minaccia a pubblico ufficiale, aggravato dal metodo mafioso.

All'epoca in cui scrisse la lettera di minacce Mirarchi era detenuto perche' arrestato nell'ambito dell'operazione "The Keys" (Le chiavi), condotta dai carabinieri e in cui furono coinvolte, complessivamente, 21 persone accusate di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Lo stesso Mirarchi, pur non essendo affiliato alla 'ndrangheta, sarebbe stato vicino ad ambienti mafiosi, ed in particolare alla cosca Gallace di Guardavalle (Catanzaro). Nella missiva Mirarchi affermava che avrebbe messo in atto i suoi propositi criminosi contro Gratteri ed il sostituto procuratore Rizza se non fosse stato scarcerato. Il processo si è svolto con rito abbreviato in accoglimento della richiesta avanzata dall'avvocato Francesco Palumbo, del foro di Salerno, difensore di Mirarchi. La pubblica accusa aveva chiesto la condanna dell'imputato a 5 anni di reclusione. Il difensore di Mirarchi valuterà se presentare appello contro la sentenza dopo avere letto le motivazioni della sentenza. (ANSA). .

di Ansa   
I più recenti
Datore di lavoro Singh indagato da 5 anni per caporalato
Datore di lavoro Singh indagato da 5 anni per caporalato
Omicidio Mollicone, i pm chiedono la condanna dei Mottola
Omicidio Mollicone, i pm chiedono la condanna dei Mottola
Bracciante morto, D'Amato:  Istituzioni lavorino per regolarizzare lavoratori del sud Pontino
Bracciante morto, D'Amato: Istituzioni lavorino per regolarizzare lavoratori del sud Pontino
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...