Come cambiano i colori nelle regioni: la Puglia verso il giallo, in bilico la Sardegna rischia la Campania

L'Isola spera nel giallo ma da ciò che si apprende da fonti vicine al ministro della Salute Roberto Speranza resterebbe in ancora in arancione nonostante i dati sul Covid 19 nell'Isola, come certificato anche dalla Fondazione Gimbe, siano in netto miglioramento.

Come cambiano i colori nelle regioni: la Puglia verso il giallo, in bilico la Sardegna rischia la Campania
TiscaliNews

Nuovo report in arrivo venerdì 7 maggio che determinerà il cambiamento dei colori di alcune regioni. Da lunedì 10 maggio gran parte dell’Italia dovrebbe restare in zona gialla, con pochi cambiamenti rispetto alla situazione attuale. Con il giallo riaprono ristoranti e bar con tavoli all'aperto a pranzo e a cena; ingresso consentito in cinema, teatri e musei sia pure con capienza limitata.

Chi cambia colore

La Campania è in bilico tra la zona gialla e arancione. Ma ci sono forti probabilità che passi in arancione. L'indice Rt della regione, infatti, è 1.08. Nella sola zona di Napoli la scorsa settimana ci sono stati 251 casi ogni 100mila abitanti e, nonostante le terapie intensive siano sotto la soglia di allerta, i dati rilasciati da Agenas evidenziano un possibile aumento dell'occupazione dei posti letto.  Possibilità concrete di passare in giallo per la Puglia, ma anche per Basilicata, Calabria e Sicilia.

Sardegna in bilico

L'Isola spera nel giallo ma da ciò che si apprende da fonti vicine al ministro della Salute Roberto Speranza resterebbe in ancora in arancione nonostante i dati sul Covid 19 nell'Isola, come certificato anche dalla Fondazione Gimbe, siano in netto miglioramento. In particolare nell'ultima settimana quelli sui casi positivi per 100mila abitanti (1.020), sulla diminuzione di casi del 32,9% - la più alta in Italia - rispetto alla settimana precedente, sulla saturazione dei posti letto in area medica e intensiva (entrambi al 22%). Proprio alla luce dei buoni risultati due giorni fa in commissione Salute della Conferenza delle Regioni l'assessore della Sanità della Sardegna, Mario Nieddu, aveva proposto la revisione del sistema di classificazione a zone, "considerato che da tre settimane abbiamo numeri da zona gialla".

Valle d’Aosta torna arancione

La Valle d'Aosta resterà in lockdown solo una settimana. Finita in fascia rossa dal 3 maggio a causa di un numero di nuovi casi settimanali oltre la soglia critica di 250 contagi settimanali ogni 100mila abitanti (265), ha visto l’incidenza ridursi velocemente (siamo a 204). E può contare su un Rt sotto 1 e un sistema ospedaliero non particolarmente sotto pressione. Di qui il ritorno in arancione a partire da lunedì 10 maggio.