Covid-19, in Italia oltre 50mila morti da inizio pandemia

di Askanews

Milano, 23 nov. (askanews) - In Italia il Covid-19 ha ucciso più di 50mila persone in pochi mesi di pandemia. Una soglia superata con i dati dell'ultimo bollettino diffuso dal Ministero della Salute in cui si segnalano 630 morti nelle ultime 24 ore. 50.453 vittime, le ultime 14mila circa da settembre a oggi, visto che per tutta l'estate, con il contagio in arretramento dopo la chiusura totale in primavera, il numero delle vittime era rimaso intorno ai 37mila.Secondo gli ultimi dati, con i tamponi in calo come ogni lunedì, la percentuale di positivi rispetto ai testati è salita dello 0,4% portando il tasso di positività a 15,04%. In tutto i nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 22.930. Il bollettino segna +9 per le terapie intensive e +418 per i ricoveri, ma come sempre viene comunicato il saldo fra chi entra e chi esce, non il reale aumento delle persone entrate in ospedale o in intensiva.Ma quando comincerà la discesa, soprattutto dei decessi, ormai sopra i 500 da giorni? Secondo alcuni studi (Davide Manca, docente del Politecnico di Milano e dello statunitense Health Metric and Evaluation) il picco si raggiungerà entro il 9 o 10 dicembre, poi la discesa, ma molto lenta. Secondo i calcoli l'istituto americano al primo marzo si potrebbero contare in Italia oltre 100mila morti.