Carabiniere travolto e ucciso a un posto di controllo, arrestato il conducente dell'auto

Investimento nella notte nel Bergamasco, l'automobilista era ubriaco

Auto dei carabinieri (Ansa)
Auto dei carabinieri (Ansa)
TiscaliNews

Un carabiniere è stato travolto e ucciso la notte scorsa da un'auto a un posto di controllo. L'episodio poco prima delle 3, a Terno d'Isola (Bergamo). Vittima un appuntato del Nucleo radiomobile di Zogno, Emanuele Anzini, 41 anni, nato a Sulmona (L'Aquila), padre di una bimba che vive in Abruzzo. Un'utilitaria lo ha trascinato per una cinquantina di metri: è morto sul colpo. Al volante un cuoco 34enne di Sotto il Monte, che pare fosse in stato di ebbrezza al momento del fatto ed è stato arrestato per omicidio stradale. Dopo l'investimento l'uomo si è allontanato ma alcuni minuti più tardi è tornato sul posto dove è stato arrestato dalla polizia stradale che si è occupata dei rilievi. Il corpo dell'appuntato è stato trascinato per una cinquantina di metri.

Impatto violento

Anzini, figlio a suo volta di un carabiniere, stava effettuando dei controlli lungo via padre Albisetti, la strada provinciale che da Presezzo e Bonate Sopra porta a Sotto il Monte Giovanni XXIII. L'impatto è stato particolarmente violento, tanto che il vetro dell'auto si è distrutto nello schianto. Immediato l'allarme via radio da parte del collega che era con lui: sul posto sono arrivate l'automedica e due ambulanze, ma per il carabiniere non c'era ormai più nulla da fare.

Patente già ritirata l'anno scorso

Al cuoco di 34 anni di Sotto il Monte Giovanni XXIII (Bergamo) che la scorsa notte, attorno alle 3, ha travolto e ucciso Emanuele Anzini, appuntato dei carabinieri, la patente era stata già ritirata l'anno scorso: fermato anche allora in stato di ebbrezza al volante, gli era stato sospeso il documento di guida per omissione di soccorso e, appunto, guida in stato di ebbrezza.

Mattarella

"Ho appreso con profonda tristezza la notizia del decesso dell'Appuntato scelto Emanuele Anzini, investito da un'autovettura in provincia di Bergamo mentre era impegnato in attività di servizio. Nella circostanza desidero esprimere a lei, signor Comandante Generale, e all'Arma dei Carabinieri la mia solidale vicinanza. La prego di far pervenire ai familiari del militare le espressioni della mia commossa partecipazione al loro dolore", ha dichiarato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio al Comandante Generale dell'Arma dei Carabinieri, il generale Giovanni Nistri.

Rosato

"Vicini alla famiglia e all'arma dei Carabinieri per la morte di Emanuele Anzini colpito mentre svolgeva il suo lavoro per garantire sicurezza sulle strade. Ora sia giustizia certa per il responsabile", ha scritto su Facebook il Vice Presidente della Camera Ettore Rosato.

La Russa

"Desidero esprimere le mie condoglianze e la mia vicinanza ai vertici dell'Arma dei carabinieri, al suo Comandante generale, Giovanni Nistri e ai familiari dell'appuntato Emanuele Anzini, rimasto ucciso la notte scorsa a Terno d'Isola (Bergamo) dopo essere stato travolto da un'auto a un posto di blocco. Rinnovo infine, la mia profonda gratitudine per l'impegno e il sacrificio con il quale i tanti ragazzi e ragazze in divisa garantiscono quotidianamente la sicurezza dei cittadini", ha dichiarato Ignazio La Russa, vicepresidente del Senato e senatore di Fratelli d'Italia.

Di Maio

"Il mio cordoglio per la tragica morte del carabiniere travolto nella notte da un uomo alla guida in stato di ebbrezza. Sono vicino ai suoi cari e a tutta la famiglia dell'Arma dei Carabinieri. Non si può morire così. Chi sbaglia deve pagare", ha scritto su twitter il vicepremier Luigi Di Maio commentando la notizia della morte del carabiniere.

Fico

"Sono vicino alla famiglia di Emanuele Anzini, carabiniere travolto e ucciso da un'auto la notte scorsa mentre faceva il proprio dovere a un posto di blocco vicino a Bergamo. A lui e a tutta l'Arma dei Carabinieri va la mia piena solidarietà", ha detto Roberto Fico, presidente della Camera su twitter.

Carfagna

"Esprimo profondo dolore per la morte di Emanuele Anzini, il carabiniere ucciso mentre serviva il Paese. A lui, all'Arma tutta, e alla sua famiglia, il mio commosso pensiero e le mie condoglianze. Grazie alle Forze dell'Ordine per ciò che fanno e che rischiano per proteggerci", ha dichiarato Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia, su twitter.

Salvini

"Un pensiero commosso a Emanuele, il carabiniere di 41 anni travolto e ucciso mentre stava facendo i proprio lavoro in provincia di Bergamo. Una preghiera per lui, per la famiglia, per l'Arma. E' doveroso difendere, tutelare e ringraziare ogni giorno le donne e gli uomini in divisa che assicurano la sicurezza degli italiani", dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini esprimendo il proprio cordoglio per la morte del carabiniere.