Tiscali.it
SEGUICI

La strage non finisce, altri 3 incidenti sul lavoro Aumentano le denunce. La madre di Luana: "Non paga mai nessuno"

Una strage che non si ferma e che anzi peggiora: stando ai dati diffusi dall'Inail, al 31 maggio del 2024 le denunce di infortunio sul lavoro sono state 251.132 (+2% rispetto a maggio del 2023), mentre quelle di infortunio con esito mortale sono state 369 (+3,1%)

di Federica Zaniboni   
Foto La Sicilia Web
Foto La Sicilia Web

E' stata un'altra giornata di morti sul lavoro, con un operaio precipitato nelle acque del fiume Adda nel Milanese, e un 21enne travolto da un carrello nell'Agrigentino e un altro giovane morto mentre si trovava alla guida di un trattore a Minturno, in provincia di Latina. Una strage che non si ferma e che anzi peggiora: stando ai dati diffusi dall'Inail, al 31 maggio del 2024 le denunce di infortunio sul lavoro sono state 251.132 (+2% rispetto a maggio del 2023), mentre quelle di infortunio con esito mortale sono state 369 (+3,1%).

Il primo incidente è avvenuto questa mattina e ha coinvolto Claudio Togno, un operaio di 58 anni dipendente della Italgen, che è precipitato nell'Adda mentre stava lavorando su un canale scolmatore della A4. Finito nel fiume, è stato presto portato via dalla corrente, con le attrezzature che indossava che probabilmente gli hanno impedito di rimanere a galla. Le ricerche dei vigili del fuoco e dei sommozzatori sono proseguite per tutto il giorno, anche con l'utilizzo dei droni, e riprenderanno appena ci sarà luce. Saranno invece i carabinieri di Pioltello a dover chiarire le cause della caduta, a partire dallo stabilire se, visto che Togno indossava un'imbracatura di sicurezza, non abbia funzionato o fosse stata indossata in maniera non corretta.

Aveva invece solo 21 anni l'operaio morto a Canicattì nell'Agrigentino mentre era al lavoro in un capannone di un'impresa edile che produce manufatti in calcestruzzo. Stando a una prima ricostruzione, il giovane sarebbe stato travolto dal carrello elevatore che stava manovrando, rimanendo schiacciato. Sul caso indaga la Procura di Agrigento, che ha disposto il sequestro dell'area e procederà con gli ulteriori accertamenti.

La terza vittima è un suo coetaneo, che ha perso la vita mentre si trovava al lavoro su un mezzo agricolo nelle campagne di Pulcherini a Minturno. Per cause ancora da accertare, il trattore si sarebbe ribaltato.

Fonti del ministero del Lavoro sottolineano che i dati sulle denunce di infortunio dell'Inail, dai quali è emerso inoltre che l'incremento di quelle per incidenti mortali ha riguardato soprattutto industria e servizi e agricoltura, "restituiscono come ogni mese una fotografia puntuale ma provvisoria, che andrà valutata nel suo complesso su un arco temporale più ampio". "Rispetto ad altri Paesi europei - aggiungono - l'Italia applica norme e criteri molto 'larghi', che hanno incluso per esempio i casi di Covid, mettono insieme nelle statistiche gli incidenti nei luoghi di lavoro e quelli nel tragitto da casa a lavoro".

Fatto sta che si continua a morire per il lavoro, come ha ricordato anche Emma Marrazzo, mamma di Luana D'Orazio, morta a 22 anni nel maggio del 2021 mentre stava lavorando a un orditoio in provincia di Prato. "Con la patente a punti non ci siamo - ha detto intervenendo alla presentazione di uno studio della Uil sugli indicenti e sui morti sul lavoro - la ministra Calderone dovrebbe venire a casa mia" a vedere "cosa si prova". "La gente mi dice che prova a immaginare", ha aggiunto, "non è vero, non si immagina: non vivi e non hai la forza nemmeno di alzarti per scendere a fare il caffè. C'è quella porta lì che sai non si aprirà più. Questa è la triste realtà".

di Federica Zaniboni   
I più recenti
Pmi, meno prestiti, sale il rischio infiltrazioni criminalità
Pmi, meno prestiti, sale il rischio infiltrazioni criminalità
Favoreggiamento dell'immigrazione, fermati due scafisti
Favoreggiamento dell'immigrazione, fermati due scafisti
Braccianti ridotti in schiavitù, maxi sequestro a due caporali
Braccianti ridotti in schiavitù, maxi sequestro a due caporali
Bozzoli sotto shock, trasferito al carcere di Bollate. Ai pm dice: sono innocente, un testimone...
Bozzoli sotto shock, trasferito al carcere di Bollate. Ai pm dice: sono innocente, un testimone...
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...