Dramma a Catania, si dimentica il figlio in auto: bimbo di due anni muore asfissiato

L'uomo, 43 anni, è un dipendente amministrativo dell'università. E' stata la moglie a chiamarlo, dopo essere andata all'asilo per prelevare il figlioletto

Dramma a Catania, si dimentica il figlio in auto: bimbo di due anni muore asfissiato
TiscaliNews

Un bambino di due anni è morto a Catania dopo essere stato per oltre cinque ore nell'auto del padre che si era dimenticato di lasciarlo all'asilo. L'uomo, 43 anni, è un dipendente amministrativo dell'università. E' stata la moglie a chiamarlo, dopo essere andata all'asilo per prelevare il figlioletto. Il padre del bimbo si è precipitato trovando il piccolo esanime, lo ha portato al Policlinico dove i medici ne hanno constatato la morte.

Aperta un'inchiesta

Sulla tragedia sono in corso indagini della Polizia. "E' un uomo disperato, distrutto, che piange continuamente e non riesce a spiegare l'accaduto". Così ha raccontato uno degli investigatori. L'uomo è indagato, come atto dovuto, dalla Procura di Catania, per omicidio colposo. Il titolare del fascicolo è il sostituto procuratore Andrea Norzi

Il precedente

Una tragedia che ricalca quella avvenuta sempre a Catania nel luglio del 1998, quando un ingegnere di 37 anni impiegato alla St Microelectronics parte da casa verso le 8 di mattina con il figlio più piccolo (ha altri due gemelli di quattro anni) legato sul seggiolino per bambini nel sedile posteriore. Lo deve lasciare all'asilo per poi andare al lavoro. Andrea, due anni, si addormenta e il padre si dimentica di lui, invece di lasciarlo a scuola tira dritto e parcheggia l'auto davanti allo stabilimento dell'azienda in cui lavora. La moglie, avvocato, verso le 14 chiama il marito che, solo a quel punto, si rende conto di ciò che ha fatto. Corre all'auto ma il piccolo è già morto.