Tiscali.it
SEGUICI

Bimbo caduto nel pozzo, il testimone: “Chiedeva aiuto, ha parlato con genitori". Il commovente post della madre

L'uomo ha parlato anche dell'impegno delle educatrici per tentare di salvare il piccolo di 10 anni: "La signora è scesa a mani nude la sotto, in attesa dei soccorsi" che sono arrivati dopo che "saranno passate due ore, si sarebbe potuto evitare"

TiscaliNews   

“Il bambino dopo essere caduto nel pozzo ha parlato con la madre e il padre, loro lo chiamavano e lui chiedeva aiuto". E' la ricostruzione degli attimi dopo l'inizio della tragedia avvenuta a Palazzolo Acreide fatta da un testimone: Salvatore La Rosa, che vive in una casa accanto alla fattoria dove i ragazzi erano in gita. Parlando con la Tgr Sicilia, l'uomo parla dell'impegno delle educatrici per tentare di salvare il piccolo di 10 anni: "La signora è scesa a mani nude la sotto, in attesa dei soccorsi" che sono arrivati dopo che "saranno passate due ore, si sarebbe potuto evitare". La procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

Chi era il bimbo morto nel pozzo

Il bimbo si chiamava Vincenzo Lantieri. Partecipava a una gita col fratellino disabile. L'educatrice, che si è calata con la fune per soccorrerlo, si chiama Carmela Caligiore. Ha, poi, perso i sensi. È stata recuperata dai vigili del fuoco e portata dal 118 in ospedale a Siracusa, è già stata dimessa. 

La madre su FB: "Il mio cuore si è fermato"

 "Il mio cuore si è fermato insieme al tuo cuore in quel maledetto pozzo. Ti amo Vincenzo mio". Affranta dal dolore, così  scrive su Fb la mamma del bambino caduto  in un pozzo artesiano profondo circa quindici metri, per metà colmo d'acqua.

Sabato l’autopsia, verso primi indagati

Avrà luogo probabilmente già da sabato l'autopsia sul corpo del piccolo Vincenzo. A disporla sarà la procuratrice di Siracusa, Sabrina Gambino, che coordina le indagini dei Carabinieri. Con l'autopsia scatteranno, come atto dovuto, le iscrizioni nel registro degli indagati. Un faro è acceso sul proprietario del terreno e sugli operatori addetti alla sorveglianza dei bambini, e tra loro c'era anche la 54enne che quando è stato dato l'allarme è scesa dentro al pozzo per tentare di salvare il bimbo. 

Centro Rampi: ancora morti come Alfredino, zero prevenzione

"Assistiamo avviliti a queste tragedie che avvengono sempre a causa dell'incuria. Come fu per Alfredino, mancano misure corrette di prevenzione". Così Daniele Biondo, già presidente di Centro Alfredo Rampi, sul bimbo morto in un pozzo artesiano nel Siracusano, dopo il cedimento della copertura. "Dopo l'incidente di Vermicino abbiamo sempre combattuto - ha aggiunto - Siamo bravissimi nelle manovre di soccorso, ma dal punto di vista della prevenzione siamo ancora lontani". Il 10 giugno 1981 Alfredo Rampi, di 6 anni, cadde in un pozzo artesiano mentre giocava nelle campagne circostanti alla casa dei suo genitori, a Vermicino, vicino a Frascati, nel Lazio. Il bambino rimase incastrato a circa 36 metri di profondità per 60 ore. Le operazioni di salvataggio, seguite in diretta televisiva da milioni di italiani, coinvolsero numerosi soccorritori e volontari, ma furono complicate dalle ridotte dimensioni del pozzo. Il bimbo morì il 13 giugno. 

 

TiscaliNews   
I più recenti
Treno fermo per avaria, 500 persone portate in altro convoglio
Treno fermo per avaria, 500 persone portate in altro convoglio
Vari blackout ad Ancona, emergenza all'ospedale pediatrico
Vari blackout ad Ancona, emergenza all'ospedale pediatrico
Scontro auto-monopattino: ferite due adolescenti, una è grave
Scontro auto-monopattino: ferite due adolescenti, una è grave
Per caldo a Roma casi mancanza elettricità, 'monitoraggio h24'
Per caldo a Roma casi mancanza elettricità, 'monitoraggio h24'
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...