Battisti, prima notte in carcere. Un testimone racconta l'arresto

dida:
Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) - Prima notte nel carcere di Oristano per l'ex terrorista Cesare Battisti, arrestato in Bolivia e portato in Italia dopo 37 anni di latitanza.E' proprio dalla Bolivia che arrivano nuovi dettagli sulla cattura e nuove immagini di qualche minuto prima dell'arresto a Santa Cruz. Battisti, jeans e camicia nera, attraversa la strada seguito da un agente, non lontano da un'officina di riparazioni di motociclette le cui telecamere di sorveglianza lo hanno ripreso. Un meccanico che lavora lì, racconta:"E' passato qui di mattina, non era la prima volta, penso di averlo già visto altre quattro volte, non di più" dice Osvaldo Blanco, 35 anni che descrive gli attimi dell'arresto."Ha attraversato la strada, poi ho visto la polizia che lo fermava e sembrava come se già sapessero bene chi fosse. Lo stavano già seguendo da tempo, per come mi è sembrato, la polizia era alle sue spalle, lui non ha detto nulla"."Lo hanno preso a mezzo isolato da qui, gli hanno puntato una pistola contro, la polizia lo ha afferrato, gli hanno bloccato le braccia, poi hanno sparato due colpi in aria. Hanno parlato per circa 15 minuti, lo hanno fatto salire in un'auto e sono partiti".