Bassetti ricorda Sturzo e fa appello ai "liberi e forti di oggi"

Bassetti ricorda Sturzo e fa appello ai 'liberi e forti di oggi'
di Askanews

Roma, 14 gen. (askanews) - Il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, ha ricordato don Luigi Sturzo, nel discorso introduttivo del Consiglio Episcopale Permanente (Roma, 14-16 gennaio), riecheggiando, a un secolo dall'iniziativa del sacerdote siciliano che dette vita al partito popolare italiano, l'appello ai "liberi e forti di oggi".Il 18 gennaio di cent'anni fa, ha sottolineato l'arcivescovo di Perugia, "don Luigi Sturzo fondava il Partito Popolare Italiano, con l'attenzione a coniugare l'integralità del Cristianesimo con il rispetto della laicità della politica, anche per evitare - come diceva lo stesso Sturzo - che 'la religione venga compromessa in agitazioni politiche e in ire di parte'. Va in questa medesima direzione - ha aggiunto Bassetti - anche l'appello con cui concludo: governare il Paese significa servirlo e curarlo come se lo si dovesse riconsegnare in ogni momento. Ai liberi e forti di oggi dico: lavorate insieme per l'unità del Paese, fate rete, condividete esperienza e innovazione. Come Chiesa assicuro che faremo la nostra parte con pazienza e coraggio, senza cercare interessi di bottega, per meritarci fino in fondo la considerazione e la stima del nostro popolo".