Tiscali.it
SEGUICI

Assessore ucciso dal vicino per un sacco di pellet, la fredda confessione: “L’ho colpito alla gola, non è riuscito a urlare"

E all’origine del diverbio vi sarebbe la gestione dello spazio comune nel piccolo cortile del caseggiato: "Il suo sacco di pellet era appoggiato alla porta del garage sbagliato"

TiscaliNews   
Foto Ansa
Foto Ansa

Vi sarebbe un motivo futile e assurdo all’origine del diverbio con epilogo drammatico tra Luciano Biffi e Pierluigi Beghetto. Il primo, ora in stato di fermo, avrebbe ucciso il suo vicino di casa per un sacchetto di pellet appoggiato sulla porta del box sbagliato. A confessarlo è stato lo stesso Biffi, musicista di strada 60enne, nell’interrogatorio fiume davanti al Pm. Prima una sassata alla testa, poi diversi colpi di roncola, infine il fendente alla gola: "Non è riuscito a urlare", ha raccontato con freddezza il killer.

Molti dissaporti tra i due vicini di casa

Stando alla stampa locale, tra i due non correva buon sangue. I problemi erano banali e di natura condominiale. In passato le discussioni avevano riguardato perlopiù una perdita idrica e dei tubi ammalorati che Biffi, da poco tempo tornato a vivere stabilmente a Esino Lario (Lecco), non voleva sostituire, ma che avrebbero causato infiltrazioni d'acqua nell'appartamento sottostante di Beghetto, residente con la famiglia a Usmate Velate (Monza e Brianza).

Stavolta però la lite si è spinta ben oltre le parole

Biffi, spiega ora l’avvocato d’ufficio assegnatogli, ha spiegato al Pm anche il perché nessuno si sia accorto di nulla: "Il mio assistito mi è parso lucido, ma molto provato per quanto successo – ha detto il legale -. Già subito dopo il delitto aveva reso dichiarazioni spontanee. Ovviamente è devastato per quello che ha commesso". Attesa per l'autopsia sul corpo dell'assessore e sull'udienza di convalida dell'arresto per Biffi.

TiscaliNews   
I più recenti
Oggi l'interrogatorio di Impagnatiello a un anno dal delitto
Oggi l'interrogatorio di Impagnatiello a un anno dal delitto
Aifa approva il rimborso per il primo trattamento specifico per vitiligine
Aifa approva il rimborso per il primo trattamento specifico per vitiligine
Beneficenza per Udinese-Napoli, ispezioni nelle sedi del Napoli
Beneficenza per Udinese-Napoli, ispezioni nelle sedi del Napoli
TEF 2024, Uricchio: tanti suggerimenti per transizione giusta
TEF 2024, Uricchio: tanti suggerimenti per transizione giusta
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...