Sicilia: Faraone, Ismett non è Asp, stop a 'normalizzazione'

di Adnkronos

Palermo, 8 gen. (AdnKronos) - "L’Ismett non è una Asp. Sono preoccupato da come si sta gestendo la vicenda Ismett in Sicilia. Avverto sintomi di normalizzazione di un’istituzione di rilevanza nazionale che in quindici anni ha ottenuto risultati straordinari". Così il sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca Davide Faraone interviene nel dibattito sul futuro dell’Istituto Mediterraneo di Trapianti. Faraone ha sottolineato l'importanza di queste strutture per cui governo e parlamento nazionale "hanno approvato in Legge di Stabilità due commi che garantiscono un sostegno economico congruo alla loro sopravvivenza". "Spiace che qualcuno a livello regionale - dice - lasci intendere che l’Ismett agirebbe da privato con fondi pubblici, quasi a indicare che questi vengano utilizzati per finalità diverse da quelle per cui gli sono stati attribuiti. L’Ismett è un polo di eccellenza nazionale che, però, serve a far crescere l’intero sistema sanitario siciliano: proprio per questo motivo non può essere messa in atto alcuna azione di ridimensionamento".