La Sardegna è isolata: annuncio shock della Tirrenia che chiude la maggior parte delle tratte

A rischio quasi 500 posti di lavoro. La compagnia di navigazione aspetta risposte dal governo sulla proroga della Convenzione del servizio di continuità territoriale marittima

La Sardegna è isolata: annuncio shock della Tirrenia che chiude la maggior parte delle tratte
TiscaliNews

A partire dal 1 dicembre la Tirrenia sospenderà buona parte dei collegamenti navali per la Sardegna. Potrebbe sembrare una fake news ma purtroppo non lo è. La compagnia di navigazione interromperà tutti i collegamenti in convenzione con l’isola  a causa della situazione di incertezza in merito alla proroga della Convenzione del servizio di continuità territoriale marittima.

In particolare saranno chiuse le tratte Genova-Olbia-Arbatax, Napoli-Cagliari, Cagliari-Palermo, Civitavecchia-Arbatax-Cagliari. Stop anche alla Termoli-Tremiti. Per il momento restano in piedi solamente i collegamenti merci e passeggeri Civitavecchia-Olbia e Genova Porto-Torres e la tratta merci Livorno-Cagliari. Sul fronte passeggeri il capoluogo dell'isola è praticamente isolato. 

“Da mesi aspettiamo inutilmente un riscontro sulla proroga della Convenzione” ha spiegato l'amministratore delegato Tirrenia Massimo Mura giustificando l’incredibile decisione. Convenzione che vale 72 milioni di euro l’anno.

Dopo l’annuncio di Tirrenia i primi a farsi sentire sono stati i sindacati che hanno espresso “forte preoccupazione” per il futuro di quasi 500 marittimi i cui posti di lavoro sono ora a rischio.

Anche le istituzioni sarde hanno però battuto un colpo. “La continuità territoriale marittima è un diritto per i sardi” ha dichiarato il sindaco di Cagliari Paolo Truzzu. Il governatore Solinas ha invece attaccato il governo. “E ‘inaccettabile che ritari e inefficienze siano scaricate sui sardi”.