Lo show di Benigni: "Da piccolo volevo fare il Papa ma ridevano tutti. Francesco l'uomo più grande al mondo"

Lo show di Benigni: 'Da piccolo volevo fare il Papa ma ridevano tutti. Francesco l'uomo più grande al mondo'
di Askanews

Città del Vaticano, 12 gen. (askanews) - "Cimici, eminenze, eccellenze, preti, suore...". Show di Roberto Benigni all'istituto Agostinianum, a pochi passi da piazza San Pietro, per la presentazione del libro del Papa "Il nome di Dio è la misericordia" assieme al segretario di Stato vaticano Pietro Parolin e ad un carcerato cinese Zhang Agostino Jianquing.

"Solo a questo Papa poteva venire in mente una presentazione con un cardinale veneto, un carcerato cinese e un comico toscano...", ha proseguito Benigni come per iniziare il racconto di una barzelletta."Mi sentivo l'unico senza colarino, avevo voglia di avere uncamppellino anche io... da piccino volevo fare il sacerdote, quando mi chiedevano 'cosa vuoi fare da grande?' io dicevo: il Papa, e siccome tutti ridevano capii che dovevo fare il comico, se invece si fossero inginocchiati avrei fatto il Papa".

"Quando mi hanno telefonato dicendo 'Sua Santità vorrebbe...', io ho risposto 'sì', senza lasciarli finire, una guardia svizzera, l'autista della papamobile... per questo Papa non dico mai di no, qualsiasi cosa vuole, è un'emozione, siamo in Vaticano che è lo Stato pià piccolo del mondo con l'uomo più grande del mondo: userò superlativi, a me questo Papa mi piace tanto, o se ne parla bene o no, non se ne può parlare bene moderatamente".