[Il commento] La figuraccia dei nazi-pirati che volevano fermare le Ong: i neri ad essere salvati sono stati loro

Se questa storia ci insegna qualcosa, dunque non è solo il gustoso il giochino del prepotente che va per battere ma finisce battuto, quanto piuttosto il ribaltamento di una narrazione più sottile e più perversa

La figuraccia dei nazi-pirati che volevano fermare le Ong: i neri ad essere salvati sono stati loro
La nave degli estremisti di destra C-Star

Tragico, parossistico, e persino comico: i nazi-fascistoni tedeschi alla deriva sono finiti in panne, e una delle navi delle Ong impegnate nell'emergenza sbarchi è stata chiamata a soccorrerli. Poi quando la figuraccia rischiava di essere planetaria, i fascisti del mare hanno rifiutato il soccorso Ong. Certo è che coloro che sembravano destinati a  diventare prede dei temibili pirati del mare, gli spietati predatori pronti a fare "di tutto" (pur di impedire i soccorsi degli immigrati), quelli che in teoria erano destinati a diventare il bersaglio, la lepre che fugge alla spedizione dei muscolosi guardiani dell'Europa, sono finiti a fare volontariato per poter salvare i loro aggressori dichiarati. 

Solo nell'Italia di Dante Alighieri, che è l'inventore del contrappasso (la pena rovesciata del girone infernale), solo in questo paese il caso poteva regalare alla storia una vendetta così raffinata. La nave tedesca Sea Eye - infatti -  è stata chiamata dalla guardia costiera di Roma per dare soccorso alla "C-star (la nave anti Ong") noleggiata dall'organizzazione "Defend Europe" che da alcuni giorni incrociava davanti alle coste libiche con l'obiettivo dichiarato di impedire l'azione di soccorso delle imbarcazioni che raccolgono i migranti partiti dalla Libia. È uno smacco plateale, ovviamente, ma non solo per i nazi-pirati: anche lo Stato che in questi giorni mostrava i suoi muscoli, infatti, non aveva nei mezzi nella possibilità logistica di intervenire e ha delegato il soccorso della nave nera. Nulla di male, ovvio, ma è una bella fotografia. L'unico modo per impedire la deriva della C-star, dunque, era realizzare questo meraviglioso ribaltamento di ruolo: I presunti deboli (ma provvisti di Know-how adeguato) impegnato a soccorrere i presunti forti (ma incapaci di tenere fede ai propri proclami). 

E se questa storia ci insegna qualcosa, dunque non è solo il gustoso il giochino del prepotente che va per battere ma finisce battuto, quanto piuttosto il ribaltamento di una narrazione più sottile e più perversa: le ONG che lavorano nel mediterraneo in questi giorni, non sono - come si è cercato di far credere - una banda di sfaccendati sprovveduti in caccia di gloria i di profitto, per spirito di lucro o dabbenaggine. Sono un personale, serio e qualificato, non una banda di radical chic che si muovono per noia o per effimero spirito di avventura. Se non ci fossero loro, in queste ore, nel mediterraneo ci sarebbero centinaia di morti in più, abbandonati al mare è senza speranza di salvezza. Morti neri, perché di pelle o di bandiera.