Tiscali.it
SEGUICI

Gambizzato per debito di droga prima, beccato a spacciare (da ferito) in ospedale poi: tre arresti nel Ravennate

La vicenda risale allo scorso dicembre. Al centro estorsioni, traffico di cocaina e lesioni aggravate

Carlo Ferraioli di Carlo Ferraioli   
Gambizzato per debito di droga prima, beccato a spacciare (da ferito) in ospedale poi: tre arresti nel Ravennate

Non solo chi la sera del 15 dicembre scorso gli aveva sparato a un ginocchio davanti a un bar di Santerno, nel Ravennate, presumibilmente per un debito di droga. I carabinieri hanno arrestato anche l'uomo ferito e la moglie di questi perché in ospedale, a Ravenna, a partire da un paio d'ore dopo l'operazione, avevano continuato a spacciare cocaina.

In particolare sabato scorso i militari del nucleo Investigativo di Ravenna hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Janos Barlotti su richiesta della Pm, Lucrezia Ciriello, nei confronti di tre cittadini di origine albanese (due uomini in carcere e una donna ai domiciliari) indagati a vario titolo per tentata estorsione, detenzione di arma illegale, lesioni aggravate e spaccio. Per i tre, gli interrogatori di garanzia sono partiti stamattina.

La vicenda

L'indagine era scaturita dal ferimento di un 48enne albanese con due colpi di pistola. Le verifiche avevano portato a un suo connazionale, di 35 anni, disoccupato e domiciliato nel Ravennate. Il ferito, assieme alla 39enne moglie connazionale, è invece risultato al centro di una strutturata attività di spaccio di droga nell'hinterland ravennate, che ha portato avanti addirittura anche all'interno della stanza dell'ospedale dove era stato ricoverato.

Le attività di perquisizione contestuali alle notifiche degli arresti, hanno permesso di sequestrare nell'abitazione del 35enne 50 grammi di hashish e 26mila euro in contanti occultati all'interno delle fodere di alcuni capi di abbigliamento e nel doppio fondo di una custodia di orologi. In quanto al 48enne, alla vista dei carabinieri arrivati alla sua abitazione, sempre nel Ravennate, per arrestarlo, si è disfatto, lanciandolo dalla finestra, di un involucro con 100 grammi di cocaina, poi recuperato: per tale episodio è stato arrestato anche in flagranza.

Carlo Ferraioli di Carlo Ferraioli   
I più recenti
Ambientalisti colorano di verde le ruspe del Passante a Bologna
Ambientalisti colorano di verde le ruspe del Passante a Bologna
Long covid può compromettere capacità lavorativa, lo studio
Long covid può compromettere capacità lavorativa, lo studio
Gino Cecchettin, non possiamo più accettare carneficine
Gino Cecchettin, non possiamo più accettare carneficine
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...