Michele Emiliano, l'intervista in inglese maccheronico in diretta da New York

Codice da incorporare:
fonte: Repubblica

La giornalista della Abc, dopo aver rinunciato ad avere un traduttore, al presidente della Puglia Michele Emiliano, in trasferta a New York per il Columbus day, chiede solo due cose: "Cosa significa essere a New York, cosa significa il Columbus day, e il turismo della vostra terra". E il governatore parte in quarta a esaltare le bellezze della regione, facendo una rapida collezione di strafalcioni linguistici, usando termini desueti e sbagliando le pronunce. Bastano però poche parole magiche per convincere gli ascoltatori: "good food", "wonderful sea" e "very good wine". L'intervistatrice si complimenta, alla fine: "Qualcuno mi ha mentito dicendo che lei non parlava un buon inglese, invece è perfetto"