Due scosse terremoto in Adriatico, una di magnitudo 5.6. Tremano Abruzzo, Molise e Puglia

Il Dipartimento della Protezione Civile: "In contatto con le strutture di protezione civile sul territorio. Sono arrivate diverse chiamate ma nessuna per segnalare danni"

Foto Ansa
Foto Ansa
TiscaliNews

Sono due le scosse di terremoto registrate dall'Ingv nel mare Adriatico attorno alle 15. La prima scossa, alle 14.47, è stata di magnitudo 5.6 ad una profondità di 5 chilometri, mentre la successiva, alle 15.00, è stata di magnitudo 4.1 ad una profondità di 10 chilometri. "La scossa risulta avvertita dalla popolazione - sottolinea in un tweet il Dipartimento della Protezione Civile - La sala situazione Italia è in contatto con le strutture di protezione civile sul territorio".

Le scosse sono state avvertite in Abruzzo, Molise e Puglia, in particolare nelle località della costa, intorno alle 14.50, soprattutto ai piani alti delle abitazioni.  Al momento non c'è stata alcuna segnalazione di danni e alle sale operative non sono arrivate richieste di aiuto.   

La Protezione civile della Regione Campania ha avviato il monitoraggio del territorio. Sono state contattate le caserme dei Vigili del Fuoco. Alcune telefonate di residenti nelle zone di Napoli dove le scosse sono state avvertite sono arrivate anche alla Sala operativa della Protezione civile, che è attiva h.24.