Come nel film "Mamma ho perso l'aereo": ladri assaltano villa, 12enne solo in casa sventa il colpo

Una storia a lieto fine, anche se il ragazzino ora è traumatizzato dall'accaduto. "Ha paura di restare in casa da solo", spiega la madre

Come nel film 'Mamma ho perso l'aereo': ladri assaltano villa, 12enne solo in casa sventa il colpo
TiscaliNews

Un episodio drammatico, ma i cui contorni alla fine hanno ricordato anche alcune scene del film "Mamma, ho perso l'aereo". Un ragazzino di 12 anni rimasto solo in casa a Merate, popoloso centro della Brianza in provincia di Lecco, mentre la mamma era andata a prendere il fratellino più piccolo all'asilo, ha improvvisamente sentito i ladri che tentavano di sfondare la finestra per entrare e depredare la villetta della sua famiglia. I malviventi con ogni probabilità erano convinti che, una volta uscita la donna, in casa non fosse rimasto più nessuno.

Pur terrorizzato, il ragazzino è rimasto lucido, è corso a chiudersi in bagno urlando e portando con sé il telefonino, quindi ha chiamato la mamma. Quest'ultima - presa a sua volta dal panico ma fredda nella decisione - ha immediatamente fatto dietrofront in auto ed è tornata a casa, suonando disperatamente il clacson una volta entrata in cortile. A quel punto i ladri hanno pensato bene di desistere, dandosi alla fuga.

"Ero uscita di casa da un paio di minuti - ha raccontato la mamma del dodicenne - Ho sentito il telefonino suonare e, appena ho risposto, ho sentito mio figlio urlare terrorizzato. I ladri stavano tentando di sfondare la finestra. Sono tornata a casa il più in fretta possibile e mi sono messa a suonare il clacson senza mai smettere".

Una storia a lieto fine, anche se il ragazzino ora è traumatizzato dall'accaduto. "Ha paura di restare in casa da solo - spiega la madre - il minimo che potessimo attenderci dopo un'esperienza del genere". Non è stato l'unico episodio del genere nella zona, con i residenti nella periferia di Merate disperati dalle continue incursioni dei malviventi. Rapine che sembrano essersi purtroppo intensificate in questi giorni, nell'imminenza delle festività natalizie. I ladri colpiscono soprattutto all'imbrunire quando la gente, tornata dal lavoro, spesso esce di nuovo per fare delle commissioni.

Il furto da film in via Resegone alla fine è stato sventato mentre altri sono stati messi a segno, forse dalla stessa banda, nelle immediate vicinanze, soprattutto in via Scansigole. Tre le abitazioni visitate dai ladri, che sono riusciti anzitutto a entrare nella casa di un'anziana, dopo aver atteso che uscisse per la messa pomeridiana.

Altra incursione in un appartamento praticamente vuoto mentre nel terzo il bottino è stato ingente. I proprietari appena allontanatisi hanno ricevuto una chiamata dal sistema d'allarme ma al ritorno, i malviventi erano appena fuggiti con preziosi per un valore stimato in 10mila euro. I residenti della zona in più di un'occasione hanno notato la presenza sospetta di una Fiat Punto blu con i vetri oscurati.
Sulla serie di episodi ora indagano i carabinieri.