Presi rapinatori di rappresentanti di preziosi: 7 colpi in 2 mesi

Informazioni sul video

Pubblicato il 19/07/12

Genova, (TMNews) - Erano il terrore dei rappresentanti di preziosi che seguivano e poi derubavano, prima di essere fermati dalla Squadra mobile di Genova. 10 le persone arrestate che agivano fra Genova, Vicenza, Modena, Alessandria e Padova, ma è difficile accertare il numero di rapine messe a segno. Molto chiaro invece il modo di operare della banda che aveva messo in piedi un meccanismo ben oliato. Prima localizzavano il rappresentante, riconoscendolo dalla macchina blindata o grazie ad una soffiata. Poi cominciavano a seguirlo, come racconta Maria Teresa Canessa responsabile anti rapine della Squadra mobile.

"Utilizzavano anche dei gps che mettevano sotto la macchina. Al momento propizio, tagliavano le gomme per approfttare momento di distrazione, infrangevano il vetro oppure riuscivano a duplicare le chiavi e ad aprire il bagagliaio".

Nell'arco di due mesi la banda ha messo a segno 7 colpi intascando un bottino di 500mila euro.



Embed:
 




© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali