Napoli si divide: meglio la sfogliatella riccia o frolla?

Informazioni sul video

Pubblicato il 16/06/12

Napoli (TMNews) - L'Italia è da sempre il Paese dei grandi dualismi, dai tempi di guelfi e ghibellini a quelli di Coppi e Bartali. A Napoli a dividere questa volta è la sfogliatella, uno dei più celebri dolci partenopei, o meglio le sue due possibili varianti, la riccia, con pasta sfoglia, e la frolla. Una sfida a suon di gusto e calorie, che la storica pasticceria Pintauro, che diede i natali alla sfogliatella, ha voluto celebrare con un flash mob dedicato ai golosi partigiani dell'una o dell'altra fazione. E anche gli organizzatori dell'evento si dividono.

"La riccia è la vera sfogliatella, perché si sfoglia, senza lo sfoglio non è una sfogliatella", argomenta Pietro Treccagnoli. "La frolla è antica e rigorosa. Si presenta così com'è, un dolce semplice, buono, e basta", replica Claudio Velardi. L'idea era quella di una sfida a base anche di colori, blu per la frolla e rosso per la riccia, ma poi, tra le meraviglie culinarie e i loro partigiani, si è creata un po' di confusione.



Embed:
 




© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali