Sisma Emilia, la Storia in frantumi: il dolore dei cittadini

Informazioni sul video

Pubblicato il 22/05/12

Sant'Agostino, (TMNews) - "Erano una cosa a livello mondiale che abbiamo in Italia e invece ci troviamo così. E' assurdo. Le scosse sono state forti ma..."

Nell'espressione di questo cittadino di Sant'Agostino ci sono tutto il dolore e la rassegnazione per un patrimonio culturale di secoli che in pochi secondi si è sbriciolato: il terremoto, che nella notte tra il 19 e il 20 maggio ha sconvolto l'Emilia, ha fatto danni per diverse decine di milioni di euro al patrimonio storico, stando a una prima stima del ministero dei Beni culturali. La Torre dei Modenesi del 1.200 a Finale Emilia è ormai il simbolo di questa nuova tragedia che mette a nudo un sistema di conservazione troppo inefficiente. E dopo l'esperienza dell'Aquila anche la speranza nella ricostruzione è ridotta al lumicino.

"Non verranno mai ricostruite. Ci addosseranno tasse nuove con queste scuse qui, perchè sono tutte scuse".

"C'è un danno al patrimonio psicologico della gente che si aspettava di non essere coinvolta in situazioni di questo tipo".

(immagini Afp)



Embed:
 




© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali