Sport-scuola, a Scampia Gnudi e Profumo siglano accordo da 4 mln

Video correlati

Informazioni sul video

Pubblicato il 09/05/12

Napoli (TMNews) - Il binomio sport-scuola riparte da Scampia, uno dei quartieri più "difficili" di Napoli e, soprattutto, una della aree con il più alto tasso di evasione scolastica in Italia. Proprio qui i ministri dello sport, Piero Gnudi e dell' istruzione, Francesco Profumo hanno sottoscritto un accordo di programma da 4 milioni di euro per la realizzazione di quattro progetti finalizzati alla diffusione della pratica sportiva in contesti scolastici.

"Vogliamo cominciare qui da Scampia - ha spiegato Gnudi - perché credo che lo sport abbia un grande valore educuatico e se lo rilanciamo nelle zone più disagiato ha un valore molto importante".

"Credo che la presenza dello Stato, soprattutto nelle aree così complicate, così difficili - ha aggiunto Profumo - sia necessaria e deve essere non solo occasionale ma una presenza che abbia una sua continuità".

Uno dei progetti, denominato "sport e legalità" punta alla promozione attraverso lo sport dei valori di lealtà, correttezza e rispetto delle regole nelle scuole in aree di disagio sociale, come Scampia. Lo scopo è tenere lontano i giovani da strada e violenza, nonostante gli esempi non proprio educativi degli ultimi tempi, che il ministro Gnudi bolla così: "Non bisogna dare troppa importanza a fatti episodici. In Italia ci sono 95mila associazioni sportive con centinaia di migliaia di persone che dedicano gratuitamente il proprio tempo per far sì che i giovani pratichino dello sport. Quelli sono i noctri esempi non qualche piccola deviazione".



Embed:
 




© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali