Capri, Montezemolo condannato a un anno per abusivismo edilizio

Informazioni sul video

Pubblicato il 08/05/12

Capri (TMNews) - Il Presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo è stato condannato dal Tribunale di Capri a un anno di reclusione, con la sospensione della pena, per il reato di abusivismo edilizio, assolto, invece, dall'accusa di falso. Il processo in cui Montezemolo era imputato, si riferiva ad alcuni lavori edili effettuati a Villa Caprile, la lussuosa residenza di Anacapri in cui il numero uno di Maranello trascorre le vacanze. L'amarezza nelle parole dell'avvocato di Montezemolo, Alfonso Furgiuele.

"Faccio notare - spiega - che l'unica vera violazione urbanistica è stata immediatamente demolita su sua iniziativa prima del processo. L'altra, per la quale siamo stati condannati, è una violazione che ha portato dal punto di vista paesaggistico una diminuzione dell'impatto ambientale. Doveva essere una costruzione autorizzata dalla Soprintendenza fuori-terra per due lati è invece è stata fuori-terra solo per un lato, quindi siamo di fronte a fatti formali". I lavori riguardavano la trasformazione di un'autorimessa in abitazione dei custodi e la realizzazione di una dependance al posto di un vecchio rudere. Il legale di Montezemolo, comunque, ha fatto sapere che ricorrerà in appello.



Embed:
 




© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali