A Palermo il "ciclone Grillo": "La mafia non uccide, la crisi sí"

Video correlati

Informazioni sul video

Pubblicato il 30/04/12

Palermo, (TMNews) - Il "ciclone Beppe Grillo" si abbatte su Palermo. Il comico genovese è sceso nel capoluogo siciliano per presentare il candidato sindaco per il Movimento 5 Stelle, Riccardo Nuti, e non ha lesinato vere e proprie "sferzate" contro tutto e contro tutti, a cominciare del governo. "Un quarto del nostro stipendio va a pagare un debito che aumenta sempre. Un Governo di transizione doveva diminuire il debito. Fermarlo. Mettere un tetto alle pensioni e far confluire quei soldi in un fondo per i giovani".

Forzando a questo punto un paragone piuttosto forte, che sta facendo scalpore: "La mafia non ha mai strangolato il proprio cliente, la mafia prende il pizzo al 10%. Qui siamo nella mafia che ha preso un'altra dimensione, strangola la propria vittima".

Poi attacco ai giornalisti, accusati di un atteggiamento troppo remissivo nei confronti del potere, e ai politici di professione. "Non lo vede che i politici sono morti ormai liquefatti in una diarrea politica e in centinaia di liste civiche e stanno copiando i nostri programmi".

Infine Grillo ha chiesto la pubblicazione dei nomi di chi ha sottoscritto lo scudo fiscale in modo da far loro un processo per condannarli ai lavori socialmente utili.



Embed:
 
Live

Il servizio "Camera in Diretta" consente di seguire in tempo reale l'attività dell'Assemblea
Live

I lavori dell'Assemblea possono essere seguiti, nei giorni di seduta, in modalità videostreaming.




© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali