Chi-come-con chi-quando: verosimili prove di governo

di Giuseppe Cadeddu

Clamoroso sorteggione in sala mensa. Alla fine prevarrà la logica fantozziana visto che non si decidono...Sul chi-come-con chi-quando andrà a governare. E non è neppure detto che, rispetto a corteggiamenti indecorosi, a vezzosi dinieghi e gran rifiuti, vada molto peggio. Col sorteggione, voglio dire. Invece che in sala mensa si farà alla buvette. Con il Presidente come garante. Un virginale virgulto bendato (vabbè, anche non virginale va bene...che’ non possiamo perder troppo tempo) a prender le palle numerate e via con le estrazioni. In sala gente che incrocia le dita, prega il santo protettore dei politici (chi è?), tocca ferro quirinalesco e parti molli di proprietà. Chi c'è c'è e chi non c'è non c'è: decide il destino senza tanti incontri e consultazioni e lungaggini e insultanti lamentazioni. Vediamo le possibili abbinate peraltro non lontane da quelle lessapartibasse che si prospettano ora ma molto più veloci.


Bersani-Vendola-Grillo. Qui l'estro sinistro vendoliano che però è anche ecologico avrebbe un suo perchè. La Tav si ferma con buona pace dei valliggiani, si ritirano le missioni e non si compreranno più sottomarini e problematici aerei da caccia che manco vanno dritti. In compenso ci sarebbe il reddito di cittadinanza che sarebbe un ottimo motivo per tanta gente a continuare a non fare una mazza anche a crisi finita. Il premierato andrebbe a Bersani che - non contando più nulla - avrebbe funzioni di rappresentanza e il Ministero delle Metafore, ad interim. La diplomazia suderebbe sette camicie in occasione dei suoi viaggi in Africa: persona non grata tra il Ghana, la Nigeria e la Costa d'Avorio per via del suo strano vezzo di voler smacchiare i giaguari. Veltroni l'Africano potrebbe avere un ruolo determinante in questa fase. Suo il Ministero degli Esteri. 


Berlusconi-Grillo. Subito dimezzamento del numero dei parlamentari (metodo ancora da decidere: forse con un crudele gioco online o in base ai "mi piace" dei social network) e delle prebende che sarebbero equiparate a quelle dei bidelli, ma solo per fare un dispetto alla sinistra. Minimamente interessati alla cosa sia Grillo che Berlusconi, ricchi di loro. Via anche Equitalia che cambierà nome in Asinitalia e si occuperà di sagre paesane. Per non scontentare nessuno la Tav si farà ma sullo stretto. Sovrintenderà i lavori lo stesso Grillo nuotandoci sotto.  Il premierato verrà deciso in una gara a chi racconta le barzellette più divertenti: a giudizio insindacabile di una giuria di saggi e probiviri tra cui allegroni come Sartori, Scalfari, Lerner, Flores d'Arcais e il teologo Mancuso.  


Bersani-Berlusconi. Fuori Vendola e Fassina e la CGIL relegata a cuocere wurstel alle feste dell'Unità, Bersani girerà con una camicia con la faccia del Che per far vedere che è di sinistra. I provvedimenti in Parlamento si voteranno con la logica - rigorosissima - di "uno a me uno a te" o del "ma anche". Tipo: niente decreti anticorruzione ma anche niente veti alle fondazioni bancarie. L' operazione, delicata, del "ma anche" sarà curata dall'esperto Veltroni. Per dire basta alle missioni di pace queste continueranno ma con gli F35: la caducità strutturale farà il resto. Incentivi alle imprese con meno di 15 dipendenti per questioni sindacali e verrà restituita l'IMU ma solo alle ville di lusso. Il premier avrà cadenza semestrale ma Berlusconi con certificato medico avanzerà un legittimo impedimento a lasciare alla scadenza del suo semestre. Bersani per protesta canterà "Bella ciao" da Santoro sbagliando le parole. 


Monti&Friends. Tutti insieme appassionatamente, Grillo escluso. Monti si rimette il loden: rosso per far piacere a Bersani e con nulla sotto per simpatia con Berlusconi. In continuità col passato i provvedimenti saranno presentati tra le lacrime e avranno nomi (come Crescitalia) empatici e suggestivi. Qualche preoccupazione per l'enfatico programma chiamato "Sfonditalia" che porterà la gente ad aggirarsi guardinga e a chiedersi perché accidenti siamo andati a votare.

05 marzo 2013
 
Diventa fan di Tiscali su Facebook
 
 
  

Segui Tiscali su:

© Tiscali Italia S.p.A. 2014  P.IVA 02508100928 | Dati Sociali