Per rigenerarsi basta un riposino della durata di circa 20 minuti

Oltrepassare i 40 minuti può esser invece pericoloso. I cardiologi: aumenta i rischi di colesterolo alto, pressione alta e aumento di massa grassa

Per rigenerarsi basta un riposino della durata di circa 20 minuti
Redazione Tiscali

Il pisolino pomeridiano è uno di quei lussi che non tutti possono permettersi. Chi ha la fortuna di avere a disposizione una pausa pranzo sufficientemente lunga da ritagliarsi anche la pennichella è tuttavia bene sappia che per ottenere dei benefici non si deve dormire per più di 20 minuti. A dimostrarlo, mettendo in evidenza anche i pericoli di un riposo eccessivo, sono stati i ricercatori dell'American College of Cardiology.

Eccedere, superando i 40 minuti, puiò creare problemi

I ricercatori, analizzando i dati inerenti 300mila soggetti residenti in diversi paesi del mondo, hanno visto che "in chi dorme più di 40 minuti nel pomeriggio c'è un aumento del rischio di colesterolo alto, pressione alta e aumento di massa grassa. In particolare, chi dorme oltre 90 minuti ha il 50% in più di possibilità di contrarre il diabete di tipo 2".

Rischi elevati anche per chi dorme troppo poco

Anche dormire troppo poco, però, "può essere dannoso e aumentare il rischio di sviluppare la sindrome metabolica". La soluzione ideale, per gli esperti, è dunque un riposino che duri meno di 40 minuti: "Con questa durata - hanno concluso gli scienziati - non sono emersi rischi, e in alcuni casi è emerso anche un miglioramento delle condizioni generali, specie nelle persone che dormivano meno di mezz'ora".