In corso una violenta tempesta magnetica: comunicazioni radio a rischio

In corso una violenta tempesta magnetica: comunicazioni radio a rischio
Redazione Tiscali

Una tempesta magnetica, causata dall'eruzione solare del 4 settembre, potrebbe mettere a rischio le comunicazioni radio sulla Terra. A lanciare l’allarme è un gruppo di scienziati dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). Già dalle prime ore del 7 settembre il pianeta Terra è bersagliato da un imponente sciame di particelle. La bolla di plasma emessa dal Sole sta creando per il momento problemi alle sole comunicazioni radio nelle regioni polari, ma la situazione potrebbe aggravarsi. Per domani, infatti, è previsto l'arrivo di una seconda nube di particelle, emessa il 6 settembre dall'eruzione solare più intensa degli ultimi 11 anni, e si temono disturbi rilevanti anche ai satelliti per la navigazione Gps.

Pianeta Terra sotto attacco

“Quella in corso è una tempesta magnetica di moderata intensità, che sta creando problemi alle comunicazioni radio nelle regioni polari - ha evidenziato Mauro Messerotti, dell'Osservatorio di Trieste e consigliere per il meteo spaziale della direzione scientifica dell'Inaf e dell'università di Trieste -. Intanto è stato confermato che anche l'intensa eruzione di mercoledì ha scagliato nello spazio una bolla di plasma e il suo arrivo è previsto l'8 settembre”.