Basterà una pellicola hi-tech per creare ologrammi con smartphone e Tv

La tecnologia mostrata spesso nei film di fantascienza diventa realtà

di R.Z.

Ancora una volta la finzione cinematografica è riuscita a predire con largo anticipo il futuro tecnologico ormai alle porte. Un team di scienziati del Royal Melbourne Institute of Technology (Rmit), che ha collaborato a stretto contatto con l'Istituto di tecnologia di Pechino (Bit), ha annunciato di esser riuscito a sviluppare una tecnologia che permette di visualizzare ologrammi tridimensionali che possono essere osservate anche senza l’ausilio di specifici occhiali.

Con gli smartphone possibili animazioni degne di Star Wars

Quanto ottenuto, evidenziano i ricercatori, risulta essere oggi l'ologramma più sottile al mondo, ben 1.000 volte più sottile di un capello. La notizia, pubblicata sulle pagine della rivista scientifica Nature Communications, apre all'integrazione della tecnologia olografica nei dispositivi elettronici di tutti i giorni. A detta degli scienziati la nuova modalità di visione potrà essere fruibile anche sui normali smartphone e tv. Basterà applicare una sottile pellicola hi-tech sui display Lcd per proiettare immagini e animazioni degne di Star Wars.

Tecnologia applicabile ai comuni cellulari e Tv

"Integrare l'olografia nei dispositivi elettronici che usiamo quotidianamente - spiega il professor Min Gu, coordinatore della ricerca e docente presso il Royal Melbourne Institute of Technology - renderebbe irrilevante la dimensione dello schermo: un ologramma 3D che balza fuori può mostrare una quantità di dati che non entrano nel display di uno smartphone o di un orologio".

Una rivoluzione che toccherà molti settori

La tecnologia, e di questo i ricercatori ne sono assolutamente certi, apporterà innumerevoli vantaggi nei più svariati settori. "Dalla diagnostica medica all'educazione, passando per l'archiviazione di dati, la difesa e la cyber-sicurezza: l'olografia 3D ha il potenziale per trasformare un vasto spettro di attività. Ora - afferma Gu - abbiamo fatto un importante passo avanti verso questa rivoluzione”. Il team di scienziati è pronto a concretizzare il progetto realizzando la rivoluzionaria pellicola adesiva: “Il prossimo obiettivo - aggiunge il co-autore dello studio, Zengyi Yue del Bit di Pechino - è sviluppare una sottile pellicola rigida da applicare sugli schermi Lcd per trasformarli in olografici in 3D".