Pillola illumina il cancro al seno: così la diagnosi precoce sarà più facile

Si prende per bocca, contiene sostanza che colora solo le cellule tumorali e ai vasi sanguigni tumorali

Pillola illumina il cancro al seno: così la diagnosi precoce sarà più facile
Redazione Tiscali

Una pillola che si prende per bocca e "illumina" il tumore - attaccandosi in modo altamente specifico solo alle cellule tumorali e ai vasi sanguigni tumorali - potrebbe rivoluzionare la diagnosi precoce di cancro al seno, oggi affidata agli screening mammografici periodici non scevri da limiti.

Si tratta di una pillola che si prende per bocca

E' l'invenzione messa a punto all'Università del Michigan e resa nota in occasione del 251esimo National Meeting & Exposition della American Chemical Society a San Diego. Si tratta di una pillola che si prende per bocca e che contiene un colorante, in grado di attaccarsi in modo specifico solamente a cellule malate e a vasi sanguigni tumorali, illuminandoli.

Serve per localizzare una eventuale formazione maligna


Testata per ora sui topi, la pillola potrebbe dunque essere usata per localizzare - attraverso ad esempio un'ecografia - una eventuale formazione maligna. Oggi la diagnosi precoce del cancro al seno si basa sull'esame mammografico da ripetere periodicamente dopo i 40 anni. In passato vi sono state evidenze sia a favore sia contro questo tipo di screening.