Canada, Slims River sposta la foce di 1.300 km in soli 4 giorni

Codice da incorporare:
di Askanews

Yukon Territory, Canada (askanews) - Per i ricercatori è un caso di flagrante pirateria fluviale da cambiamento climatico. Lo scioglimento di uno dei più estesi ghiacciai del Canada, in soli quattro giorni, ha modificato il corso dello Slims River che ora non sfocia più nel Mare di Bering preferendo, suo malgrado, gettarsi più a Sud nell'abbraccio con le onde del Pacifico.I geologi hanno rintracciato la causa del problema alle sorgenti dello Slims, nel Territorio canadese dello Yukon, nel Nord-ovest del paese, dove in una barriera glaciale che una volta dirigeva il flusso del fiume in direzione Nord, verso il Mare di Bering, si è aperta una breccia durante lo scioglimento dei ghiacci nella primavera di quest'anno.L'improvviso cambiamento ha drasticamente e radicalmente alterato il sistema di drenaggio delle acque provenienti dal Kaskawulsh Glacier nei giorni del disgelo primaverile. Per cui il fiume ha finito per scorrere in una direzione opposta, alla volta dell'Oceano Pacifico, 1.300 chilometri lontano dalla foce originaria.I ricercatori hanno accertato che si tratta di un effetto dovuto ai cambiamenti climatici che dunque non si manifestano sempre e comunque come un processo graduale e di lungo periodo. E gli effetti potrebbero essere drammatici. Basti pensare che l'estate scorsa il Kluane Lake, tributario dello Slims River, ha perso oltre un metro di livello rispetto ai peggiori record registrati.