69% trentini andrebbe all'estero dopo la pensione

69% trentini andrebbe all'estero dopo la pensione
di ANSA

(ANSA) - TRENTO, 17 LUG - Una volta in pensione più di due trentini su tre, pari al 69% della popolazione, si dicono disposti a trasferirsi all'estero per poter mantenere uno stile di vita simile a quello attuale e trovare servizi adatti alla terza età. Lo sostiene un'indagine nazionale sul welfare, condotta dall'istituto di ricerca Nextplora per conto dell'Osservatorio di Reale Mutua Assicurazioni. Nel dettaglio il 41% teme che la pensione non sarà sufficiente a mantenere un tenore di vita adeguato e un ulteriore 30% vede molto incerto il futuro. Il 62% punterebbe sulla previdenza complementare, mentre solo il 23% vede nella casa un bene rifugio per la vecchiaia. Fra i principali timori, quelli di non riuscire a dare sostegno economico a figli e nipoti (40%) e anzi dover gravare economicamente sulla famiglia anche per le necessità quotidiane (36%), non poter sostenere le spese mediche andando in là con gli anni (32%), o persino cadere in povertà assoluta (30%).