Mafia: pene per 150 anni a clan Palermo

Mafia: pene per 150 anni a clan Palermo
di ANSA

(ANSA) - PALERMO, 14 GIU - Quasi un secolo e mezzo di carcere è stato inflitto dal tribunale di Palermo a 17 tra presunti boss, estorsori e favoreggiatori delle cosche palermitane finiti in carcere nelle operazioni Apocalisse del 2014 e del 2015. I blitz decapitarono i clan di San Lorenzo, Resuttana, Acquasanta e Partanna Mondello e ricostruirono diverse ipotesi di estorsione. Cinque gli assolti: Benedetto Alerio, Alessandro Chiovaro, Salvatore Buccafusca, Ivana De Lisi, Michele Pillitteri. Stralciate le posizioni di Ciro Giccione (condannato solo per la detenzione di armi a 3 anni e 6 mesi), Benedetto Alfano, Fabio Gloria, Carmelo Cusimano perché mancavano, non avendole richieste la Procura, alcune intercettazioni ritenute indispensabili. L'accusa in giudizio è stata rappresentata da Amelia Luise, Annamaria Picozzi, Francesco Del Bene, Roberto Tartaglia e Dario Scaletta. Erano accusati a vario titolo di mafia, estorsione, favoreggiamento, corruzione elettorale e detenzione di armi.