Urbanistica: stop ambientalisti al ddl

Urbanistica: stop ambientalisti al ddl
di ANSA

(ANSA) - CAGLIARI, 20 GIU - Arriva il "no" chiaro degli ambientalisti a qualsiasi incremento volumetrico nella fascia dei 300 metri. Sentiti in audizione in commissione Governo del territorio, Legambiente, Gruppo di intervento giuridico, Fai e Wwwf hanno bocciato l'articolo 31 del ddl sull'urbanistica che prevede i bonus fino al 25% negli alberghi costieri. "Gli incentivi previsti attualmente nel ddl sono generali e non è detto che con metri cubi in più a disposizione i proprietari facciano la famosa spa o migliorino le camere - spiega il presidente del Grig, Stefano Deliperi - soprattutto per vecchi complessi che spesso sono attaccati alla battigia significherebbe dare a disposizione ulteriore volumetrie dopo che hanno potuto beneficiare di quelle previste dal piano casa". E se per incrementi si intendono i corpi separati, "stiamo parlando in pratica di altre ville, come ha fatto l'Hotel Romazzino, che implicano consumo del territorio". "Dovremmo parlare di qualità - osserva il presidente del Comitato scientifico di Legambiente, Vincenzo Tiana - possono essere ammessi incrementi per l'adeguamento a tutte le normative recenti in materia di sicurezza e di efficientemente energetico, e comunque si tratta di modifiche che non possono superare il 10%". D'altra parte, riprende Deliperi, "si tratta di adeguamenti previsti dalla legge e dallo stesso piano paesaggistico regionale". Il Wwf ha chiesto che la nuova legge confermi le misure di salvaguardia della fascia costiera intesa come bene paesaggistico strategico per lo sviluppo della Sardegna, che sia completato il Ppr vigente ricomprendendo anche le zone interne, una maggiore tutela dei paesaggi rurali riaffermando il principio del lotto minimo di 3 ettari per le edificazioni destinate solo ad aziende agricole e residenzialità solo a chi svolge tale attività a titolo esclusivo. Le associazioni hanno anche sottolineato la necessità di stralciare l'art. 43 sull'opportunità di realizzare progetti ecosostenibili di grande interesse sociale ed economico e l'allegato A4 sui criteri di calcolo delle cubature Comune per Comune".(ANSA).