Doppia preferenza, endorsement Pigliaru

Doppia preferenza, endorsement Pigliaru
di ANSA

(ANSA) - CAGLIARI, 20 NOV - Arriva anche dal presidente della Regione Francesco Pigliaru l'appello in extremis perché anche la Sardegna si doti della doppia preferenza di genere nella propria legge elettorale. "Doppia preferenza di genere: l'unicoßvoto giustoßè quello favorevole,ßchiaro e palese", scrive su Facebook irrompendo nel dibattito che si è acceso in questi giorni per l'incognita del voto segreto. "La politica - sottolinea il governatore - trovi tutto il suo senso di responsabilità per affermare con forza, con determinazione e senza indugi questo essenziale principio di democrazia e di civiltà". Quella di Pigliaru non è l'unica voce che si è levata alla vigilia della seduta dell'Aula. Anche le assessore del Turismo e dell'Ambiente, Barbara Argiolas e Donatella Spano, hanno richiamato alla responsabilità i consiglieri regionali perchè facciamo passare subito la legge, mentre il segretario del Pd Giuseppe Luigi Cucca ha ammonito sull'approvazione che deve arrivare "senza ulteriori tentennamenti". E se in commissione non si dovesse raggiungere l'intesa sulla composizione paritaria delle liste e sulla ripartizione dei seggi, "sarà comunque possibile - spiega Cucca - procedere al voto del singolo emendamento, rinviando gli altri aspetti ad un esame più approfondito in sede di approvazione della nuova legge elettorale". Nel frattempo le donne del Coordinamento 3 chiedono un passo indietro al consigliere di Forza Italia che ha costituito il nuovo gruppo Sardegna: "se è vero che Mariano Contu è a favore della doppia preferenza di genere, allora esca dal gruppo Sardegna". L'ex assessore, insieme a Marcello Orrù (Psd'Az), Paolo Truzzu (Fdi) e Gennaro Fuoco (Psd'Az), appartiene a un gruppo che ha "l'intenzione reale di chiedere il voto segreto per affossare lo stralcio - fa notare il Coordinamento - e se Contu avesse davvero a cuore le sorti della doppia preferenza, non dovrebbe assentarsi dall'Aula come ha annunciato, ma ripensarci e lasciare il gruppo Sardegna".(ANSA).