25 aprile: Ganau a Bono per celebrazioni

25 aprile: Ganau a Bono per celebrazioni
di ANSA

(ANSA) - SASSARI, 21 APR - "Lo spopolamento è una piaga e nelle zone interne rende problematiche le condizioni di uguaglianza, di pari opportunità e di raggiungimento pieno dei diritti". Così il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau celebrando a Bono la Festa di Liberazione, in collaborazione con il Comune e l'Anpi. Anche quest'anno il Consiglio ha voluto ricordare il 25 aprile al di fuori delle mura del Palazzo, scegliendo di proposito un paese dell'interno dove forte sono l'emigrazione e la denatalità, fattori che condizionano l'affermazione dei diritti. Il numero uno dell'Assemblea sarda si è rivolto in particolare agli studenti. "Ai più giovani - spiega - spetta il fondamentale compito di difendere ed estendere i valori che la Resistenza ci ha consegnato. A voi sono dedicati gli sforzi fatti per attivare interventi in grado di contrastare il fenomeno dello spopolamento, garantendo condizioni di piena fruizione dei diritti essenziali, come l'istruzione, il lavoro e la salute". Per Ganau, "il tema dei diritti è affermato nella Costituzione grazie alla Liberazione, ed è impegno democratico operare perché anche nell'Isola si goda appieno di questi diritti". "La mia generazione - ricorda l'ex sindaco di Sassari - è cresciuta nella democrazia, compiendo gesti che oggi paiono normali, ma questa normalità è possibile grazie a quel 25 aprile del 1945". E "dalla conoscenza e dalla consapevolezza del passato dobbiamo trovare le ragioni perché nessuno metta in discussione queste conquiste". Alle celebrazioni hanno partecipato diverse istituzioni civili e militari, a iniziare dalla sindaca di Bono, Michela Sau, e dal presidente dell'Anpi di Treviso, Umberto Lorenzoni, già commissario di battaglione della divisione partigiana "Nino Moretti". (ANSA).