Fotografia documentaria: nasce l’innovativo Reperta.org

Un progetto internazionale per le immagini di reportage, analisi e indagine

Fotografia documentaria: nasce l’innovativo Reperta.org
di Digital Media   -   Facebook

Torino 17.01.2017 (Digital Media) – E’ interamente dedicato alla fotografia documentaria di qualità, cioè a quel tipo di fotografia che fa del reportage uno strumento di analisi e indagine.

Si chiama Reperta.org ed è un sito innovativo in lingua inglese e italiana. Urban Life, società, cultura, architettura, estetica e cibo, gli argomenti più trattati nelle foto-storie presentate. Sviluppato a cavallo tra Torino e Buenos Aires, da un’idea tutta italiana, a cura del fotografo/architetto Alberto Alfredo Landi. Il progetto Reperta.org ha come scopo di “dare un senso alle foto”, introducendole in un percorso di documentazione per aiutare a riflettere sulla realtà da diversi punti di vista.

All’interno del portale sono presenti diverse foto-storie, ciascuna con la propria galleria di immagini e con la sua storia scritta. In buona sostanza il sito è organizzato per visitare virtualmente delle mostre, come se fosse i fosse in una galleria o luogo di esposizione. Le foto-storie attualmente in corso affrontano e approfondiscono temi nell’arco dell’ultimo secolo: Varsavia 1981: uno sguardo su una citta rasa al suolo e ricostruita; due mostre su New York: una sul cibo popolare della città e l’altra sulla bellezza del paesaggio urbano della High Line; la decadenza di Buenos Aires vista attraverso il cimitero della Chacarita e l’architetture a Mosca negli anni 20.

Per visionare le mostre basta andare su reperta.org, mentre se si vuole seguire il progetto sui social è disponibile la pagina Facebook dedicata.

Abbiamo parlato di:

Reperta.org Website