Seiperdue, un ristorante di solo crudo per palati sopraffini

Al Seiperdue puoi trovare innovazione e gusto in piatti tutt'altro che banali che soddisfano il palato e riempiono gli occhi.

Seiperdue, innovazione e gusto in piatti tutt'altro che banali
di Digital Media   -   Facebook

Il ristorante di crudo gourmet Seiperdue si trova nel cuore della città di Roma, a pochi passi dalla Basilica di San Pietro e offre alla sua ristretta clientela un menù tutt’altro che tradizionale. L’idea di questo locale così fuori dal comune nasce dall’acuta mente del suo proprietario Luigi Assogna, affiancato nel progetto dal suo stretto collaboratore Stefano Corazziari. Luigi, nel settore della ristorazione da vent'anni molti dei quali trascorsi collaborando con grandi locali della città e non solo, ha deciso di concretizzare un sogno che da alcuni anni inseguiva: "Creare qualcosa di mio e di molto piccolo, molto intimo, che desse la possibilità di dedicarsi al cliente con un po’ più di attenzione e ovviamente di fare delle proposte gastronomiche al di fuori di tutto ciò che si vede nel mondo della ristorazione”, ci spiega lui stesso con orgoglio.

Piatti originali e gustosi per un menù che soddisfa tutti

L’originalità del ristorante Seiperdue sta nel menù. Il concetto che c’è dietro ogni piatto è quello di esaltare la materia prima e renderla fruibile a tutti. Luigi ci spiega come: "La prima esigenza che volevo soddisfare era quella di creare un menù che fosse il più possibile fruibile dal maggior numero di persone indipendentemente dai diversi regimi alimentari, diete o altro. Mi è sempre piaciuto creare un menù che consentisse di sedere allo stesso tavolo , per esempio, un celiaco, un onnivoro, un vegano, un intollerante al lattosio, in modo che tutti potessero scegliere dallo stesso menù senza sentirsi in qualche maniera classificati. La sfida è stata proprio questa: il menù che noi abbiamo creato è completamente gluten free, non ci sono latticini, è tutto crudo, quindi anche il crudista è accontentato; ma, soprattutto, sembra sia anche buono!”.

Tutto crudo, dall’antipasto al dolce

La cultura del crudismo è sì poco conosciuta in Italia, ma nasconde la possibilità di interpretare i piatti in maniera originale e innovativa. Ma ci tiene a sottolineare Luigi: “Crudo non vuol dire “non lavorato”. Il prodotto che noi offriamo non si limita, ad esempio, alla classica tartare, ma nasconde dietro una lavorazione anche di diversi giorni che conferisce alla materia prima e a tutto il piatto un sapore indimenticabile. Anche i dolci sono fatti tutti a crudo”. Per questa ragione la clientela ideale del locale è composta da “persone che cercano sapori ricercati e particolari, dei gourmet, degli amanti del gusto raffinato, clienti che hanno girato locali stellati e in noi trovano delle proposte che sono allo stesso livello”. Questo locale riscuote molto successo soprattutto tra la clientela straniera, probabilmente molto più predisposta all’innovazione. Non a caso il Seiperdue è candidato al World Luxury Restaurant Awards che si terrà a Luglio in Irlanda, come migliore ristorante di lusso che rappresenterà l’Italia nella competizione.

Atmosfere intime e ricercate per un progetto che guarda al futuro

Al Seiperdue l’intimità ha un grande valore, per questo il locale è piccolo, soli sei tavoli per due persone, come suggerisce il nome. E' un locale dall’atmosfera romantica e piacevole, adatto sia per incontri romantici che per cene con gli amici. L’idea sta riscuotendo enorme successo, per questo motivo ci dice Luigi: “Il progetto è di un piccolo locale che possa diventare un format. Qui, in via Bonifacio VII, nasce il locale zero con l’intenzione di poter replicare in altre zone di Roma o piuttosto in altre zone di Italia, e poi chi può dirlo”. Di sicuro per i palati sopraffini il Seiperdue è una tappa obbligatoria.

La Scheda
Seiperdue di Assogna Luigi
Via Bonifacio VIII, 14 00165 Roma
Info & contatti
Cell. 3929988846