Ex riders Foodora, sentenza non ci ferma

Ex riders Foodora, sentenza non ci ferma
di ANSA

(ANSA) - BOLOGNA, 15 APR - "Una grossa delusione, ci aspettavamo un riconoscimento del rapporto di lavoro. Pensavamo fosse provato, come emergeva da chat, mail e da tutte le comunicazioni con l'azienda. Aspettiamo di leggere le motivazioni del giudice, questo respingimento non frena la nostra mobilitazione". Lo ha detto Giuseppe, uno degli ex lavoratori di Foodora, parlando della decisione del Tribunale del Lavoro di Torino che ha negato a lui, e ad altri colleghi, lo status di lavoratori subordinati. Insieme a un altro ex rider ha partecipato all'assemblea dei 'ciclofattorini' a Bologna. "La giornata di oggi - ha aggiunto Riccardo, ex lavoratore di Foodora - serve a conoscersi e capire come muoversi, a portare avanti rivendicazioni che valgono per tutti". "Aspetteremo di leggere le motivazioni e andremo avanti - ha spiegato la legale dei riders Giulia Druetta, con loro a Bologna - questa sentenza altrimenti apre un varco a tutte le aziende che vogliono trattare i dipendenti senza tutele".