Amabili Confini, al via il progetto di rigenerazione delle periferie

Tiscali

Matera 07.03.2016 (DM) – 7 famiglie di 7 quartieri di Matera scriveranno 7 racconti di cui si prenderanno cura 7 prestigiosi scrittori italiani: al via Amabili Confini, il progetto di rigenerazione sociale delle periferie attraverso un percorso di cultura partecipata. I residenti dei quartieri diventeranno abitanti culturali, protagonisti attivi di una forma di rigenerazione sociale e gli scrittori diventeranno cittadini temporanei culturali.

"Amabili confini" è realizzato dall'associazione “Gigli e Gigliastri” con il patrocinio del Comune e della Fondazione Matera Capitale Europea della Cultura 2019. L'evento avrà inizio il 4 maggio 2016 e terminerà il 17 giugno 2016. Il progetto nasce da una idea di Francesco Mongiello che ha voluto, in questo modo, valorizzare e recuperare la memoria dei quartieri stimolando le capacità narrative delle famiglie. Per attuare le finalità di questo ambizioso progetto si è avvalso delle competenze e dell'entusiasmo di giovani materani che si impegneranno, insieme all'associazione Gigli e Gigliastri di Matera, per la realizzazione di questa iniziativa e per la crescita della comunità. Un ringraziamento speciale va a Tiziana D'Oppido, che si occuperà del coordinamento scientifico e degli autori, a Stefania Sibilio, responsabile delle relazioni con la stampa e comunicazione e a Brunella Guida cui è stato assegnato il coordinamento delle conduzioni narrative.

L’obiettivo è quello di dare concretezza a uno dei punti cardine del dossier che ha reso Matera Capitale Europea della Cultura per il 2019: “Allargare e qualificare il pubblico della cultura, sperimentando – spiegano i promotori - nuovi modelli di ascolto, condivisione e produzione, abbracciando l’idea di un abitante culturale che partecipi attivamente ai processi di co-creazione e di co-generazione. La cultura deve tornare a far parte della vita di tutti i giorni come pratica, messa in relazione con gli altri, espressione creativa, esercizio di un nuovo modo di apprendere e di sentirsi cittadini”.

Da una parte si attiveranno le potenzialità narrative delle famiglie, dall'altra scrittori affermati nel panorama letterario italiano renderanno più denso di significati l’incontro con gli abitanti dei quartieri mediante il loro apporto di emozioni, di visioni, di idee e, attraverso le parole, semi di bellezza, diverranno fautori di un cambiamento e di una nuova forma di dialogo con la comunità.

L'iniziativa è aperta a tutti gli abitanti dei quartieri di Matera e in particolare a tutte le famiglie anagrafiche residenti e domiciliate nel quartiere da almeno 5 anni, di qualunque nazionalità, estrazione sociale e culturale, orientamento sessuale, appartenenza religiosa, il cui nucleo sia composto da almeno tre persone legate da vincoli affettivi.

“Il progetto non è un concorso letterario né una prova letteraria valutata da una giuria di esperti. Le famiglie selezionate – spiegano gli organizzatori - scriveranno una storia dal tema ‘Racconta i tuoi confini’. A conclusione della rassegna è prevista la pubblicazione dei sette racconti in un'antologia con una breve prefazione dello scrittore.

Abbiamo parlato di:

Associazione Gigli e Gigliastri Website - Facebook

Comune di Matera Website

Fondazione Matera Capitale Europea della Cultura Website - Facebook - Twitter