Due defibrillatori in ricordo Roberta

Due defibrillatori in ricordo Roberta
di ANSA

(ANSA) - VASTO, 9 AGO - Da una vita spezzata tragicamente un gesto per salvare vite umane. E' ciò che hanno compiuto Michele e Simone Smargiassi, fratelli di Roberta vittima di un investimento di un'auto al semaforo mentre viaggiava a bordo di uno scooter nel luglio dello scorso anno, nel donare al Comune di Vasto due defibrillatori automatici a beneficio dell'intera comunità cittadina. I due strumenti medicali salvavita saranno collocati nel centro storico e a Vasto Marina. Dal quell'incidente stradale ne è derivata una scia di morte e dolore con la condanna a 30 anni dalla Corte d'Assise a Lanciano di Fabio Di Lello, 34 anni, accusato dell'omicidio volontario premeditato di Italo D'Elisa (22), avvenuto il primo febbraio scorso davanti ad un bar a Vasto. Di Lello esplose contro il giovane tre colpi di pistola calibro 9, secondo l'accusa per vendicare l'investimento mortale da parte della vittima di sua moglie, Roberta Smargiassi. Per Di Lello è stata riconosciuta la premeditazione.