Abruzzo a rischio frane molto elevato

Abruzzo a rischio frane molto elevato
di ANSA

(ANSA) - L'AQUILA, 20 MAR - L'Abruzzo tra le prime regioni italiane per superficie, popolazione, imprese e beni culturali a rischio frana molto elevato. Emerge dalle elaborazioni che il CRESA ha svolto sui dati pubblicati dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) nel Rapporto 2015 sul dissesto idrogeologico in Italia. In Abruzzo è infatti classificato con pericolosità da frana molto elevata (P4), il 5,8% del territorio, percentuale che pone la regione al terzo posto nella graduatoria nazionale, dopo Valle d'Aosta e Campania, e che risulta superiore al valore nazionale (2,9%). In tali aree è presente il 2,8% della popolazione regionale, il 2,2% delle imprese (per entrambi il riferimento è al Censimento 2011), e il 6,6% dei beni culturali. Le percentuali risultano tutte superiori alle corrispondenti italiane (rispettivamente 0,8%, 0,6% e 2,1%) e pongono l'Abruzzo ai primissimi posti delle relative graduatorie nazionali, secondo per la popolazione, quarto per imprese, terzo per beni culturali.