Berlusconi choc sull'Islam: "Troppi musulmani sono un pericolo. E Maometto fu un generale che usava schiavi"

Rai.TV

"L'Islam non ha un Papa, che dà l'interpretazione corretta delle sacre scritture, si può interpretare come si vuole, c'è chi lo intende per la pace e chi invece lo ritiene come guerra alla Maometto, che ricordiamocelo fu un generale che conquistava le città, che si faceva assegnare gli schiavi personalmente. Il Califfato che è nato sull'Islam impone di tagliare la gola a chi è cristiano o ebreo. Non sottovalutiamo la possibilità di una perdita di identità italiana con un afflusso eccessivo di persone musulmane". Lo afferma Silvio Berlusconi a Porta a Porta.