Richetti: maggioranza è possibile, se stallo decide Mattarella

Richetti: maggioranza è possibile, se stallo decide Mattarella
di Askanews

Roma, 13 feb. (askanews) - "Io sono convinto che le condizioni per avere una maggioranza ci possano essere, saremo il primo gruppo parlamentare? Mattarella affiderà a noi la responsabilità di costruire una maggioranza? Lo faremo. Ma a quel punto, dovesse esserci una situazione di stallo, è il presidente della Repubblica che deve fare le consultazioni e capire se c'è una maggioranza e abbiamo troppo rispetto per il suo ruolo per sostituirci a lui". Lo ha detto Matteo Richetti, portavoce della segreteria del Pd, in una videointervista ad Askanews."Siamo un Paese un po' curioso - ha aggiunto - parliamo di post voto durante il voto e nel post voto discuteremo di quando si torna a votare. Una cosa alla volta. Ci siamo candidati come Pd con una coalizione credibile per governare il Paese. Sottolineao credibile perchè la differenza di opzioni è lampante: di là sulle proposte fiscali siamo alla flat tax al 15%, alla flat tax al 23%, niente flat tax ma scaglioni Irpef ben tre. Di qua c'è una proposta, la nostra, che assieme a Emma Bonino, Beatrice Lorenzin e alla lista Insieme di ispirazione ulivista si candida a governare il Paese. Sarebbe poco serio dire cosa si fa e con chi il giorno dopo".A proposito delle ricostruzioni di stampa su una preoccupazione dei Dem per il buon andamento nei sondaggi della lista +Europa, Richetti commenta: "Quando la competizione è per vincere non sono preoccupazioni ma auspici. Io spero che il Pd e il centrosinistra facciano un risultato importante, questo è il senso del nostro impegno, ci mancherebbero che gli avversari diventassero i nostri alleati: viva il centrosinistra italiano".