L.elettorale,Berlusconi a Renzi:gravissimo non ascoltare Colle

L.elettorale,Berlusconi a Renzi:gravissimo non ascoltare Colle
di Askanews

Roma, 13 ago. (askanews) - "Sarebbe gravissimo, e non voglio neppure prendere in considerazione l'ipotesi, che gli appelli del Capo dello Stato a modificare la legge elettorale in vigore, una legge disomogenea e contraddittoria fra Camera e Senato, cadessero nel vuoto". Lo ha dichiarato il presidente Fi Silvio Berlusconi, parlando al quotidiano "il Mattino"."I quattro maggiori partiti - ricorda Berlusconi- avevano trovato un buon accordo alla Camera su un sistema di tipo tedesco, che è il sistema elettorale che ha consentito alla Germania non solo di passare da paese distrutto e umiliato dalla guerra a massima potenza economica e politica europea, ma anche di assorbire i territori orientali, e quindi risolvere la "questione meridionale" della Germania, in soli vent'anni. Renzi ha detto più volte di voler modificare la legge elettorale in accordo con Grillo e Berlusconi. Lo prendo in parola. Su quella legge, prima di un incidente parlamentare su una questione minore, c'era l'accordo di Grillo, Berlusconi, Salvini e ovviamente Renzi. L'abbiamo votata insieme in commissione. Non vedo perché non si possa ripartire da lì. Se non accadesse qualcuno dovrebbe spiegarci che cos'è cambiato. Perché ciò che andava bene a maggio non vada più bene a settembre".