Brunetta: “Salvini? Non mi fido di lui. Si è comportato come un fidanzato cafone con la sua ragazza”

Codice da incorporare:
fonte: La7

Ospite de L’Aria che Tira (La7),  Renato Brunetta l’ex capogruppo di Fi alla Camera dei Deputati, esordisce: “Non mi aspettavo questo suo comportamento. Per quei maledetti tre punti in più che ha preso alle elezioni rispetto a Forza Italia, Salvini ha pensato il leader della coalizione di centrodestra. E nessuno l’ha mai deciso. Salvini ha anche pensato di prendere decisioni, come quella di mettere il veto sul Pd. E anche questo non l’ha mai deciso la coalizione. Lo ha deciso lui. Comportandosi così, si è consegnato, mani e piedi, a Di Maio”. Alla conduttrice Myrta Merlino, che gli chiede se si sente tradito da Salvini, Brunetta risponde: “Il tradimento è un sentimento molto importante. No, penso che Salvini non interpreti correttamente lo stare in una coalizione. Ha interpretato in maniera egemonica il ruolo della Lega. Per essere il leader di una coalizione, devi avere stile, rispetto, pari dignità, tutte qualità che aveva Berlusconiquando il Pdl era oltre il 30% e la Lega era al 4%. Questo invece non appartiene alla Lega di Salvini. Ed è un elemento che dà disturbo e che rende la coalizione più debole”. Il politico sfodera un esempio: “Salvini si è comportato come un fidanzato cafone, che porta al cinema la sua ragazza. Poi quello del botteghino gli dice che lui può entrare, ma la fidanzata no. E il fidanzato entra ugualmente senza di lei e le dice: ‘Cara, aspettami fuori’”. E puntualizza: “Noi di Forza Italia faremo opposizione senza sconti al governo M5s-Lega. Non faremo benevola astensione, come ha detto Toti, che è un grande amico di Salvini”. E alla domanda finale (“Lei si fida di Salvini?”), Brunetta risponde: “Direi di no. Io spero che si ravveda e che questa devianza grillina lo faccia ricredere”.